SoundMit & Museo Del Synth Marchigiano – Edizione 2021 13 e 14 Novembre • On-Line

Dopo i grandi successi delle ultime edizioni le due realtà italiane attive su diversi, molteplici fronti nel mondo delle musica elettronica, uniscono le forze per dar vita ad una inedita collaborazione, un’edizione on-line articolata su un programma ricchissimo che ne armonizza le diverse anime dando nuova linfa ad una cooperazione che dura da alcuni anni.

Due giorni di streaming gratuito!
In questa nuova edizione, SoundMit e Museo del Synth presenteranno una successione di eventi in streaming per connettere e raccontare passato, presente e futuro del suono elettronico: showcase, live, interviste, pillole formative e dimostrazioni saranno dedicate ai protagonisti dell’industria musicale contemporanea e alla riscoperta dello storico patrimonio italiano del mondo dei sintetizzatori vintage.

L’Eredità del SoundMit 2020
L’ultima edizione di SoundMit, 2020, è stata un grande successo che ha visto tra i vari ospiti on-line artisti e protagonisti del calibro di Roger Linn, Dave Smith, Suzanne Ciani, Hainbach, Dina Pearlman, Vladimir Kuzmin, Claudio Coccoluto, Paolo Synthmania, Roby Facchinetti, Chris Meyer, Tulpa Dusha, Benge, Giorgio Li Calzi (Torino Jazz Festival), Riccardo Mazza, Kim Bjorn, Doug Lynner, Illusion of Safety e gli artisti delle community di Torino Modulare, Genova Modulare e Milano modulare.

Il Museo e la grande Storia Italiana dei Synth
Per il Museo l’ultima edizione è stata invece quella “in presenza” del 2019, che ha visto migliaia di persone confluire a Macerata per scoprire l’affascinante ed ancora inesplorato mondo dei synth italiani con i creatori dei nostri strumenti elettronici di ieri e di oggi assieme a restauratori e musicisti straordinari tra cui Patrizio Fariselli, Walter Prati, Okapi. Doveroso menzionare la mostra/conferenza dedicata alla pionieristica workstation MARS (ritrovata dal Museo) che si tenne con la presenza del Prof. Giuseppe di Giugno, di Sylviane Sapir e tutti i protagonisti storici dell’IRIS.

Ci vediamo online!
Fruibile on-line il 13 e 14 novembre gratuitamente, l’evento è curato da Francesco Mulassano per il SoundMit e dall’Associazione Culturale Acusmatiq Matme per Il Museo del Synth Marchigiano

Molte le occasioni di condivisione offerte da ospiti nazionali e internazionali, per un programma denso e stimolante che sarà svelato nelle prossime settimane attraverso i social di SoundMit e Museo del Synth.

Cosa c’è nella scatola?!
La due-giorni dedicata al suono elettronico si chiuderà con un evento-sorpresa che non deluderà gli amanti della storia della musica elettronica.
Nella giornata di domenica 14 novembre, sarà rivelata l’identità di una nuova acquisizione del Museo del Synth, resa possibile grazie alla partnership con SoundMit.
L’unboxing del nuovo rarissimo – e misterioso – sintetizzatore che entrerà a far parte della collezione del Museo, sarà seguito da una conversazione con il precedente proprietario dello strumento che ne racconterà la storia.

Info:
soundmit.com
sndmt.link/soundmit-2021

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti