Analogue Solutions rilascia Leipzig v3

Analogue Solutions è orgogliosa di annunciare la disponibilità di Leipzig v3, un sintetizzatore analogico avanzato rimodellato con stile come un design desktop che attinge profondamente dal DNA del sintetizzatore / sequencer analogico Leipzig-S montabile a rack, un design interrotto che risale al 2011 ed effettivamente ora migliorato dalla riprogettazione per migliorare l’affidabilità, la qualità e altre considerazioni sulla produzione, oltre ad aggiungere diverse nuove caratteristiche degne di nota.

Diverse e importanti nuove caratteristiche si aggiungono al design desktop di Lipsia v3 e che meritano di essere evidenziate sin dall’inizio. In primo luogo, la flessibilità aumenta quando si accede a un buon numero di punti di connessione CV (tensione di controllo) autoesplicativi posizionati direttamente sul pannello superiore come prese mini jack (mono) da 3,5 mm compatibili con il cavo patch Eurorack, quindi con Leipzig v3 possono essere entrambi incrociati all’interno ma anche con sintetizzatori modulari Eurorack esterni. La maggiore connettività INPUT viene fornita da MASTER PITCH MOD – modula l’intonazione di entrambi i VCO; VCO 2 PITCH MOD – modula solo l’altezza di VCO 2; CUTOFF MOD – modula la frequenza CUTOFF VC LPF (Voltage-Controlled Low-Pass Filter); EG TRIG – attiva entrambi i generatori di inviluppo (ENV 1 e ENV 2) (alla ricezione di un segnale trigger o gate); e EXT SIG (segnale esterno) – un segnale audio (indirizzato al MIXER tramite un interruttore EXT associato) o segnale di clock (utilizzato per sincronizzare il CV SEQUENCER da un dispositivo esterno quando il selettore SYNC SOURCE è ruotato su EXT). Altrettanto accessibili sono i seguenti punti di patch dedicati OUTPUT: SEQ SYNC – simile a un clock passante, copia il segnale di clock selezionato per sincronizzare il CV SEQUENCER, in modo che possa essere “thru-d” su un altro dispositivo per sincronizzarli insieme; Uscite di segnale triangolari e quadrate LFO; generatore di inviluppo 1 e 2 uscite di segnale; e SEQ CV – uscita della tensione di controllo dal SEQUENCER CV.

Parlando di quest’ultimo, le capacità di un sequencer analogico a otto step – sicuramente sprecato se usato solo per creare melodie dal suono semplice (trasponibili via MIDI) o loop percussivi quando può anche fungere da sorgente di modulazione musicale per passare attraverso sorprendenti cambiamenti del suono (grazie al CV in uscita indirizzato a VCO 1 pitch, VCO 2 pitch e VCF cutoff con i livelli di DESTINATION regolabili associati) – sono stati utilmente estesi per disattivare VCO 2 (solo onda quadra) su step selezionati attivando il Interruttore a levetta RHY (thm) e scorrere manualmente il SEQUENCER CV utilizzando il pulsante STEP, quindi attivare o disattivare VCO 2 utilizzando il pulsante RHYTHM; di conseguenza, VCO 2 suonerà solo quando il LED del pulsante RHYTHM (Light Emitting Diode) è acceso, il che, se usato insieme a VCO 1 che suona ancora ad ogni passo, crea l’illusione di suonare più di un sintetizzatore! Ma uscendo brevemente dal meraviglioso mondo dell’analogico, Leipzig v3 ha anche un sequencer dinamico (digitale) a 16 passaggi “nascosto” che memorizza costantemente ogni nota suonata tramite MIDI nella memoria volatile come un loop di 16 passaggi. È sempre sincronizzato con il sequencer analogico e nuove note possono essere inserite nel loop a 16 passi mentre i sequencer sono in esecuzione, consentendo di cambiare costantemente i pattern al volo. La sincronizzazione diretta del sequencer con una DAW (Digital Audio Workstation) è perfettamente possibile inviando semplicemente MIDI Note; in quanto tale, può essere sincronizzato a qualsiasi tempo (e anche diviso in base al tempo della DAW), fermato, avviato e silenziato dalla DAW stessa – impossibile con MIDI Sync, quindi qualcosa di un bonus aggiuntivo in sé per i possessori di Leipzig v3 .

Altre modifiche al design del desktop contemporaneo implementate in Lipsia v3 sono relativamente sottili, come un’uscita per cuffie posizionata sul pannello superiore (mini jack da 3,5 mm) e un interruttore di alimentazione posizionato sul pannello posteriore che è illuminato.

Info: www.analoguesolutions.com

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti