In arrivo SUPER 6 di UDO Audio

UDO Audio è orgogliosa di annunciare la disponibilità dell’attesissimo SUPER 6, la sua uscita inaugurale che rappresenta una nuova interpretazione del sintetizzatore analogico tradizionale come sintetizzatore ANALOGICO-IBRIDO POLIFONICO A 12 VOCI CON SUPER -TECNOLOGIA WAVE che offre alcune funzionalità di sound design uniche, con FPGA (Field-Programmable Ga te Array) oscillatori hardware digitali accoppiati a filtri e amplificatori analogici.

Una rapida occhiata allo stuzzicante SUPER 6 basta per capire che presenta un’interfaccia utente semplice e una combinazione di comandi robusta chiaramente intesa per essere intuitiva , espressivo e divertente da suonare. SUPER 6 è una nuova interpretazione del tradizionale sintetizzatore analogico. Gli oscillatori hardware digitali FPGA all’avanguardia sono accoppiati a filtri e amplificatori analogici, mentre il suo esclusivo nucleo super-wavetable può essere modellato e manipolato con il percorso del segnale analogico binaurale e la modulazione flessibile. Perfettamente abbinato a una meticolosa attenzione alla qualità costruttiva e al design meccanico che beneficiano debitamente del “tocco di Midas ” dell’unico e unico Axel Hartmann, responsabile di plasmare l’aspetto di molti classici di strumenti musicali moderni come Arturia, Moog e , ovviamente, Waldorf (dove ha iniziato come designer interno).

Come implicito da quella formulazione allettante, quando in modalità BINAURAL il SUPER 6 presenta un vero percorso stereo in cui le sue 12 voci sono gemellate per formare sei voci “Super” – da qui l’appellativo appropriato dello strumento stesso. Ai suoi canali OUTPUT L (sinistro) e R (destro) – e anche alle orecchie dell’ascoltatore, in effetti – viene assegnata una voce di sintetizzatore completa. Quindi, a partire dagli OSCILLATORI stereo, i parametri di entrambi i canali di ciascuna voce Super possono essere controllati indipendentemente, consentendo a loro volta agli utenti di creare splendide immagini stereo. In effetti, l’effetto sul suono varia da un movimento stereo sottile a un movimento stereo estremo e un maggiore senso di posizionamento spaziale rispetto alle catene di segnali monofoniche convenzionali spostate alla loro uscita. Ovviamente, la modalità BINAURAL può essere disabilitata per la polifonia a 12 voci.

La generazione del segnale DDS (Direct Digital Synthesis) viene utilizzata da entrambi i nuclei dell’oscillatore. Sebbene gli OSCILLATORI della SUPER 6 siano entrambi in grado di produrre forme d’onda analogiche classiche come seno, triangolo, dente di sega e onda quadra, DDS1 – il primo oscillatore – presenta anche una selezione di 16 forme d’onda tra cui gli utenti possono scegliere. Inoltre, queste 16 forme d’onda selezionabili sono sostituibili, consentendo una tavolozza sonora potenzialmente illimitata!

Un’architettura vocale analogica viene applicata altrove, con il VCF (Voltage-Controlled Filter) principale del SUPER 6 che è un analogico a 4 poli, 24 dB per ottava, passa-basso risonante utilizzando un classico filtro polysynth SSI2144 di Sound Semiconductor, un team veterano di musicisti e appassionati con una notevole esperienza nella progettazione di circuiti integrati audio ad alte prestazioni. È preceduto nella catena del segnale da un HPF (filtro passa-alto) controllato in tensione analogico e una sezione analogica VCA (Voltage-Controlled Amplifier) ​​può essere ulteriormente utilizzata per modellare il suono regolando e modulando l’ampiezza o il volume.

Gli ENVELOPES del SUPER 6 possono essere indirizzate a più destinazioni, tra cui il MODULATORE DSS, il VCF e il VCA. Ogni inviluppo presenta quattro stadi ADSR (Attack, Decay, Sustain e Release), mentre ENV 1 presenta anche un cosiddetto stadio H (Hold), che consente agli utenti di ritardare l’inizio dello stadio di attacco. La mappatura dei percorsi di modulazione utilizzando la matrice di modulazione fornisce agli utenti un approccio immediato, consentendo loro di indirizzare una sorgente di modulazione a qualsiasi parametro modulabile sul pannello frontale.

Il SUPER 6 dispone inoltre di una sezione flessibile ARPEGGIATORE / SEQUENCER con selezione di MODALITÀ UP, DOWN, U&D, RANDOM e SEQ (sequencer). Selezionando SEQ, il SUPER 6 consente la registrazione di un massimo di 64 passaggi con impostazioni programmabili di STEP, SLIDE, ACCENT, REST e sequenza LENGTH. Infine, gli utenti possono MEMORIZZARE e CARICARE fino a 64 sequenze in totale.

Sono disponibili anche due effetti a 24 bit per aggiungere i tocchi finali ai suoni SUPER 6, vale a dire un DELAY stereo che può essere modulato e sincronizzato con ARPEGGIATOR / SEQUENCER o con un clock esterno e un CHORUS stereo dual-mode in stile classico , instradati in serie con CHORUS in arrivo per primo e DELAY per ultimo nel percorso del segnale audio.

Progettato appositamente senza uno schermo, tutti i controlli primari della SUPER 6 e le 128 patch (riscrivibili) sono accessibili direttamente da quel pannello frontale accattivante. Posizionata in modo prominente, la funzione VOICE ASSIGN determina come vengono usate le voci della SUPER 6 quando viene suonata una nota, consentendo agli utenti di scegliere tra SOLO, LEGATO, UNISON, POLY 1 e POLY 2. È incredibilmente intuitivo e divertente da suonare come un vero strumento di performance, grazie a una sezione di controllo della performance completa – con controllo bender assegnabile, secondo LFO, PORTAMENTO, selettore di ottava OCT e OCT +, trasposizione e regolazione fine master – oltre a una tastiera Fatar reattiva a 49 tasti che è sensibile alla velocità e risponde anche all’aftertouch. Inoltre, il SUPER 6 può rispondere ai messaggi MIDI in arrivo inviati da un controller MPE tramite un singolo canale MIDI per nota.

Inutile dire che la connettività SUPER 6 è altrettanto semplice: AUDIO IN consente agli utenti di elaborare un segnale audio esterno attraverso il percorso del segnale del sintetizzatore e l’inviluppo basato sulla soglia e l’attivazione dell’LFO; l’uscita stereo principale per il funzionamento del sintetizzatore binaurale diventa mono se è collegato un solo ingresso; collegare il SUPER 6 a un computer tramite USB utilizzando il cavo incluso per la comunicazione MIDI bidirezionale, la gestione di patch e sequenze, aggiornamenti del firmware e importazione di nuove forme d’onda; mentre le porte MIDI IN, OUT e THRU, più gli ingressi PEDALS (sustain) e l’uscita per le cuffie, sono tutte autoesplicative.

L’entusiasta e tecnologo George Hearn, alla guida del team di UDO Audio responsabile di dare vita al SUPER 6, è nella posizione ideale per cantare con entusiasmo le sue lodi in questo modo: “Il risultato di anni di duro lavoro e molte iterazioni di sviluppo, la mia missione con il SUPER 6 è stato quello di armonizzare ciò che amo del design archetipico di strumenti elettronici con tecnologie di sintesi moderne e innovative che eccellono nel generare risultati spazialmente dinamici. L’architettura sfrutta la vivacità di un percorso del segnale analogico stereo reale, guidandolo con una frequenza di campionamento estremamente elevata, un audio digitale spettralmente versatile che offre controlli diretti ed espressivi di qualità meccanica superiore. Mi piacerebbe vedere questo strumento con l’usura di molti anni di utilizzo. Sperimenta, gioca, impara e, si spera, amalo come facciamo noi!

Info: udo-audio.com

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti