Nuovo Synclavier Go! per iPad

Lanciato lo scorso anno con grande successo di critica al NAMM Show 2019, Synclavier Digital è orgogliosa di annunciare il continuo progresso di Synclavier Go! – la sua innovativa app per strumenti per iPad è direttamente derivata dalla base di codice del sintetizzatore digitale Synclavier II di New England Digital, guidato dal co-inventore originale Cameron Warner Jones come una fedele ricreazione della grande macchina di grande successo

Parte della mia decisione di intraprendere lo sviluppo di una versione per iPad è stata quella di presentare il mio strumento a un pubblico più ampio“, afferma Cameron Warner Jones, giustificando la ricostruzione fedele del sintetizzatore digitale Synclavier II fondamentale, a prezzi ragionevoli.

Detto questo, Synclavier Go! è in continua evoluzione, proprio come il rivoluzionario Synclavier II Digital Synthesizer da cui discende direttamente. Nel novembre 2019 Synclavier Digital ha debitamente aggiunto la funzionalità multi-track MIDI (Musical Instrument Digital Interface) e il supporto MPE (MIDI Polyphonic Expression) alla sua innovativa app per strumenti per iPad. Di conseguenza, molti preset di fabbrica suonano semplicemente meglio sfruttando l’espressione extra fornita da artisti del calibro del pluripremiato controller RISE MIDI di prossima generazione Seaboard o del controller MIDI espressivo LinnStrument di Roger Linn Design.

Ulteriore avanzamento di Synclavier Go! viene fornito per gentile concessione dell’aggiunta della funzionalità client AUv3 alla versione 1.30 – davvero un punto di svolta! Ora è possibile caricare un DAW (Digital Audio Workstation) compatibile con iPad – come GarageBand di Apple, NanoStudio 2 di Blip Interactive o Cubasis 3 di Steinberg – e inserire più istanze di Synclavier Go! come client AUv3, rendendola un’app molto più accattivante in sé. In definitiva, gli utenti possono suonare e registrare Synclavier Go!, Mixarlo con altri strumenti, aggiungere effetti incorporati, scambiare suoni dentro e fuori dal mix e modificare le composizioni con facilità … e tutto da un’unica app. Tutte le impostazioni vengono richiamate quando si salva un progetto nel DAW e lo si carica di nuovo in un secondo momento. È un ambiente fantastico in cui lavorare – lungi dall’essere impantanato allo stesso modo delle pesanti DAW basate su Mac o PC. E, naturalmente, è più conveniente – al punto che forse gli “Anni Venti” saranno il decennio che vedrà un disco di successo realizzato su poco più di un iPad e una tastiera MIDI.

Info: www.synclavier.com

Vai alla barra degli strumenti