EBS Octabass e BassIQ

Amplificare il suono del basso elettrico, riuscire a renderne tutte le sfumature arricchendone il linguaggio ed espandendone le possibilità sonore e soprattutto artistiche. Questa la vocazione di EBS, marchio svedese di pura eccellenza che da anni sforna prodotti di livello eccelso, dedicati ai bassisti e chitarristi più esigenti.
Fra i primi prodotti entrati a far parte del grande catalogo della casa, i pedali “Black Label” di EBS si sono guadagnati negli anni un posto speciale nelle pedaliere e nei cuori dei musicisti, diventando di fatto un classico fra gli stompbox.

EBS decide di reingegnerizzare e rinfrescare il progetto e l’ergonomia di questi prodotti aggiungendoli alla famiglia dei “Blue Label”, cominciando dall’ OctaBass, primissimo pedale lanciato sul mercato nel lontano 1992, e dal BassIQ.
Gli chassis, nella classica livrea nera, seguono la traccia delle ultime uscite della casa: leggermente più snelli delle versioni originali e con le prese jack rientrate, per ridurre di circa il 12% la necessità di spazio in pedaliera. Ma i cambiamenti maggiori sono stati apportati “sotto il cofano” di queste vere e proprie macchine da corsa: il nuovo OctaBass punta all’ottimizzazione del tracking, più preciso e performante anche sulle note più gravi, con l’introduzione dello switch Hi/Low, che permette di ottimizzare il tracking per la porzione di tastiera più alta o più bassa. Altro intervento è stato effettuato sul pot TONE, che permette di mettere perfettamente a fuoco sul proprio sound l’intervento dell’effetto, da leggero sub a vilento drone-sound.
Enorme passo in avanti a livello di verstilità e risposta al tocco per il nuovo BassIQ, che permette di passare agevolmente dai suoni classici dell’auto-wah al più aggressivo e asfittico synth-sound, con un dettaglio e uno spessore del suono mai raggiunti fino ad ora.

Info: www.gold-music.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti