Spitfire Audio annuncia ORBIS

Spitfire Audio è lieta di annunciare la disponibilità di ORBIS – introdotto come plug-in stand-alone in grado di ampliare i propri orizzonti e presentato nel sofisticato motore eDNA della British music technology company, che consente un accesso straordinariamente creativo a 2.500 suoni nati da performance organiche trattate e trasportate verso nuove dimensioni, progettate per compositori progressisti con un gigantesco compendio creativo composto da loop distorti e one-shot, subwoofer, perfetti per produrre dai documentari naturalistici a film di fantascienza.


ORBIS reinventa il lavoro di David Fanshawe (1942-2010), un compositore inglese, esploratore del suono ed etnomusicologo che ha viaggiato in tutto il mondo per raccogliere un archivio di circa 2.000 ore di musica, documentato per i posteri in un momento di grandi cambiamenti. “Il presente è quasi storia; ogni giorno vale la pena di essere registrato. “Così affermò l’uomo stesso.
Tuttavia, ORBIS è molto più di una raccolta di registrazioni di suoni organici; il 90%  dei propri contenuti sono stati trattati, con oltre 200 preset, loop, texture, one-shot e pad creati dal team di ingegneri Spitfire Audio durante il suo viaggio di scoperta sonora.

Durevoli e avvincenti, le rarefatte registrazioni di David Fanshawe si sono già fatte sentire in colonne sonore di film importanti come Seven Years In Tibet del 1997 (John Williams) e Gangs Of New York del 2002 (Howard Shore); ora sono pronti e in grado di responsabilizzare la sensibilità di chiunque come una risorsa essenziale per produttori, compositori o sound designer intenti a cercare nuovi suoni – o anche culture! Dopo tutto, i suoni sono il tessuto da cui è intrecciata la musica.

ORBIS è stato effettivamente concepito nel gennaio 2015, quando la vedova Jane Fanshawe ha presentato il materiale ereditato dal marito al co-fondatore e compositore di Spitfire Audio, Paul Thomson. “Ascoltare queste registrazioni straordinariamente vivide è come guardare attraverso una finestra in un altro tempo e luogo“, dichiara l’ascoltatore chiaramente affascinato.
Ponendosi in un tempo e in uno spazio diversi, Spitfire Audio ha successivamente selezionato migliaia di suoni straordinari da quelle registrazioni straordinariamente vivide, dando vita a un cosiddetto “sintetizzatore del mondo” poiché gli utenti di ORBIS sono in grado di approfondire alcuni dei suoni più rari e distintivi sul pianeta, ricchi di storia, carattere ed emozione che comprendono una varietà di culture e comunità, molte delle quali non esistono più; migliorare ulteriormente ogni suono con il proprio eDNA esplorativo di ORBIS è inevitabile.

Immagina il motore eDNA come un set di due giradischi insieme a un mixer DJ altamente sofisticato. Comprende due audio: A e B, ciascuna progettata per creare trattamenti sonori diversi, con modulatori singoli e indipendenti e controllo di TRIM, BEND, GLIDE, CLONE, TUNE, ADSR (busta), HI-PASS (filtro), LO- PASS (filtro) e WOBBLE (modulando VOLUME, PITCH e FILTER). Inoltre, il GATE SEQUENCER consente il gating indipendente di questi due alloggiamenti e il controllo unificato di quantità, velocità e LUNGHEZZA della sequenza. Questi due segnali sono quindi unificati con un x-fader; spostati tra i suoni con il mouse o la rotella di modulazione assegnata. Il percorso FX a cinque stadi di eDNA contiene 41 plug-in personalizzati, inclusi IR personalizzati precaricati (Impulse Responses). Gli stadi BAY A FX e BAY B FX influenzano l’alloggiamento audio A o B, mentre uno stadio AUX FX può essere inviato tramite gli strati o lo stadio MASTER FX.

Musicalmente parlando, ORBIS viaggia molto lontano: da un solo scatto e frasi brevi a loop ritmici accordati e non sincronizzati e registrazioni fino a un minuto. Bassi e loop pulsanti, ideali per la musica da ballo; droni fragorosi, colpi di batteria subsonici di fascia bassa e viscerali, per aggiungere movimento e profondità; Sintetizzatori stile Blade Runner, realizzati con corna di antilope, pads e trame in evoluzione, per paesaggi sonori cinematografici tridimensionali … la natura stessa del design di ORBIS porta i suoi utenti a nuovi livelli di esplorazione e avventura sonora. Una vita di ispirazione come risorsa essenziale attende chiunque salga creativamente a bordo.
Per quanto riguarda la potenza del prodotto finito, Paul Thomson è chiaramente qualificato per commentare, concludendo con entusiasmo: “Questo è un arazzo davvero ricco di suoni; è quasi come un nuovo tipo di “synth mondiale” che va dai suoni grezzi che sono incredibilmente utili fino a trame meravigliose, ondulate e in evoluzione fatte da queste incredibili registrazioni organiche.

Info: https://www.spitfireaudio.com/

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti