Positive Grid: Bias Modulation, piattaforma per le modulazioni

Come gli altri prodotti firmati Bias che vi abbiamo segnalato nel tempo, ad esempio Bias Distortion ed il recente Bias Delay, Bias Modulation è un pedale che sfrutta il modelling e l’interazione software-hardware per fornire ai chitarristi, ma non solo, un prodotto che contenga un intero arsenale di effetti, possa scaricarne migliaia dalla piattaforma ToneCloud e permetta di sviluppare i propri effetti custom.

Bias Modulation può essere utilizzato nella versione plug-in cross-platform e come iPad app, oppure dal vivo nella propria pedaliera con questa versione hardware presentata proprio negli scorsi giorni al Musikmesse 2017.
In questo pedale si possono mixare e accoppiare due gruppi di effetti di modulazione che includono gli effetti di modulazioen temporale e dei filtri come Chorus, Vibrato, Flanger, Rotary e Phaser, e gli effetti di modulazione di ampiezza e intonazione come Tremolo, Pan, RingMod e Autoswell.

La grossa possibilità della nuova idea di Positive Grid è quella di costruire i propri preset con ogni tipo di customizzazione attraverso il software e poi salvare gli effetti personalizzati nel pedale ed utilizzarli sul palco proprio come negli stompbox convenzionali. Di fatto quindi ogni Bias Modulation è unico.
Ovviamente Bias Modulation si integra con gli altri prodotti della casa per creare potenzialmente un sistema unico coordinato.

Il prezzo di uscita non è ancora stato comunicato ma, viste le premesse e le ottime critiche ricevute per i recenti pedali di questo marchio, non mi stupirei di vedere prossimamente questo pedale 2.0 nelle pedaliere di molti chitarristi, vista la capacità praticamente definitiva di realizzare tutti i propri effetti preferiti e anche di più.

Info: www.positivegrid.com

 

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti