sE Electronics: Space, filtro professionale per microfoni

Il nuovo sE Electronics Space è una versione avanzata e interamente ridisegnata del Reflexion Filter che, grazie alla sua tecnologia brevettata Multi-Layer Air-Gap, ha portato un passo avanti le tecniche di produzione musicale sia in casa che in studio di registrazione.

sE Electronics space - front rear

Più grande e con un maggior numero di strati e materiali fonoassorbenti, Space (acronimo di Specialised Portable Acoustic Control Environment), ha una superficie più ampia progettata per garantire un’isolamento ottimale in qualsiasi ambiente per registrazioni di voci o di strumenti a livello professionale.
Integra ora 10 livelli della tecnologia sE Multi-Layer Air-Gap, con anche l’inserimento di sette nuovi spessori verticali per le basse frequenze che migliorano ulteriormente la diffusione delle frequenze sonore. Prevede anche un nuovo hardware per il montaggio, con un solido morsetto completamente regolabile e bloccabile in verticale e orizzontale, con la possibilità di inclinare lo strumento per la registrazione a qualsiasi angolazione.

Se Electronics - Space rear

Il Reflexion Filter è un dispositivo mobile brevettato da sE Electronics che consente di registrare sorgenti sonore riducendo al minimo il riverbero dell’ambiente di ripresa e mantenendo praticamente inalterata la risposta in frequenza del microfono: è come una “parete” artificiale complessa che può essere posizionata dietro a qualsiasi microfono usando una morsa adattabile inclusa nella confezione, e che consente anche di fissare il RF all’asta microfonica. La funzione principale è proprio quella di ottenere una registrazione “dry” di una voce o di uno strumento, soprattutto negli ambienti che non hanno un trattamento acustico adeguato, o quando dietro al microfono si trovano altre sorgenti sonore, ad esempio altri musicisti nella sala prove.

Il Reflexion Filter Space è composto da 10 strati principali: il primo strato è costituito da una griglia in alluminio rinforzato che consente al suono di passare attraverso uno strato di lana assorbente. Le onde sonore poi passano attraverso un foglio di alluminio che aiuta a dissipare l’energia interrompendo le forme d’onda delle frequenze basse, per poi passare in uno spazio d’aria mantenuta tale dalle asticelle che attraversano i vari strati. L’intercapedine d’aria agisce da vera e propria barriera acustica. L’onda sonora passa ad un successivo strato di lana assorbente e poi attraverso un’altra griglia in alluminio che assorbe e diffonde l’energia acustica rimanente. La superficie principale è composta da 4 parti modellate composte da uno speciale materiale ad alto assorbimento acustico e montate tramite delle asticelle di separazione che garantiscono un ulteriore assorbimento e diffondono le onde acustiche prima che passino al filtro principale.
I vari strati del Reflexion Filter assorbono e insieme diffondono le onde di pressione sonora che li colpiscono; il suono della sorgente perde progressivamente energia ad ogni strato che attraversa. In questo modo viene notevolmente ridotta l’energia che colpisce le pareti della stanza rientrando come riverbero indesiderato nel microfono. Il design del Reflexion Filter previene anche il rientro delle riflessioni della stanza da dietro e dai lati del microfono.

Info: www.midiware.com

Info: www.seelectronics.com

 

Vai alla barra degli strumenti