Native Instruments: Solid Mix Series

Native Instruments preme di nuovo sull’acceleratore per combattere l’agguerrita concorrenza nel settore dei plug-in da studio. Lo fa con una nuova serie di plug-in, tre per essere precisi, Solid Mix Series che comprendono equalizzazione e compressione.

NI_Solid_Mix_Series2

Questi plug-in, che possono essere utilizzati stand-alone nella propria DAW, sono stati pensati per fornire un suono preciso e trasparente con la possibilità di aggiungere anche processing utili ma spesso poco chiari ai meno esperti come la compressione parallela o side-chain, il tutto in una piccola suite che sia utile e facile nell’interfaccia per tutti i produttori.
Presi individualmente, questi effetti sono un utile supporto alla creazione di un suono migliore, ma usati assieme formano un collante per i mix e sanno dare una marcia in più al risultato finale.

native-instruments_solid-mix-series1

Il primo è Solid EQ, un equalizzatore due modelli in uno con curve selezionabili. Si tratta infatti di un eq a a sei bande adatto a tutti i tipi di lavori, dallo smussamento di rifinitura fino alla scultura aggressiva delle tracce.

Il secondo è Solid Dynamics, una sezione di processing delle dinamiche con una filosofia musicale che combina compressore stereo, un expander e un gate in una singola unità. Utile su qualsiasi tipo di materiale, questo plug-in da il meglio delle sue prestazioni quando usato sui singoli canali per gestire il loro posizionamento nel mix.

Solid Bus Comp è invece un compressore più portato all’utilizzo su gruppi o anche sul canale master. E’ il classico “glue-compressor” che se utilizzato in modo appropriato su gruppi di voci, chitarre o batterie o persino su mix completi, è in grado di compattare le tracce tra loro fornendo un risultato finale più coerente e armonico.

Info: www.nativeinstruments.com

 

Vai alla barra degli strumenti