PreSonus: monitor da studio Sceptre

PreSonus esordisce nel campo degli studio di registrazione con una nuova serie di monitor, gli Sceptre, diffusori di riferiemento a design coassiale che lavorano in digitale a 32-bit di risoluzione e 96kHz di campionamento con un processing dual-core.

Gli Sceptre utilizzano la tecnologia di equalizzazione Fulcrum Acoustic chiamata TQ Temporal Equalization per dare più intellegibilità e coerenza all’audio, una tecnologia per ora disponibile solo su monitor di costo molto superiore.
La serie include due modelli per ora, gli Sceptre S8 CoActual Studio Monitor e gli Sceptre S6. Entrambi i modelli hanno design coassiale e porte acustiche, design a tromba come guida d’onda per le alte frequenze di cui si incarica un driver da 1 pollice. La differenza tra i due modelli sta nel woofer per le medio-basse: da 8” nelle S8, da 6.5” nelle S6.

Tutti sanno che teoricamente il design coassiale è migliore di altri poiché si ottiene una singola sorgente acustica e un pattern di dispersione simmetrico in grado di sonorizzare meglio l’ambiente. Tuttavia finchè i sistemi DSP non sono divenuti più convenienti è stato molto costoso progettare e costruire monitor coassiali senza le anomalie acustiche che di solito questo design porta con se.
Attraverso una serie di FIR (Finite Impulse Response) PreSonus e Fulcrum Acoustic sono riusciti ad accordare questo tipo di design con un prezzo competitivo con la concorrenza dello stesso formato.

Giusto per dare qualche dato tecnico. Gli Sceptre sono monitor bi-amplificati da 100W RMS in Classe D. Le connessioni sono sia XLR che TRS da 1/4”.

Info: www.presonus.com

Info: www.midimusic.it

Vai alla barra degli strumenti