Dave Smith: Mopho X4

Dave Smith non certo bisogno di presentazioni per gli appassionati di sintesi sonora. Per coloro che non se intendessero ancora molto Wikipedia potrà colmare ogni vostra curiosità, sappiate però che si parla di uno dei guru mondiali in questo campo. Ecco perchè ogni prodotto firmato a suo nome desta immediato interesse e desiderio. Il Mopho X4 è l’ultima aggiunta di Dave Smith alla sua linea di sintetizzatori analogici basati sulla sintesi sottrattiva.

Costruito sulla stessa architettura del Mopho e Mopho Keyboard, il Mopho X4 incarna il desiderio di un suono grosso e strutturato e 4 voci di polifonia in un formato leggero e trasportabile.

E’ stato pensato per produrre parti di basso profonde, parti soliste vellutate, sequenze da mettere in loop e pad eterei.

Ognuna delle quattro voci del Mopho X4 è composta da due oscillatori analogici, due generatori sub-octave, low-pass filter Curtis a 2 o 4 poli, tre generatori di inviluppo a 5 stadi, quattro LFO, un apreggiatore e uno step sequencer 16×4.

Ogni parametro è completamente programmabile ed editabile tramite il pannello anteriore. La tastiera da 44 tasti semi-pesati presenta sensibilità alla velocity ed aftertouch. A lato si trovano le classiche pitch e mod wheels le quali sono però assegnabili liberamente a qualsiasi parametro.

Dave Smith è della partita da circa 35 anni e la classe non è acqua. E’ forse l’unico a costruire questo tipo di sintetizzatori così completi e complessi ancora in modo che il segnale rimanga sempre solo analogico. Costruiti e progettati a San Francisco, questi Mopho X4 potrebbero essere i nuovi migliori amici di tastieristi e produttori di musica elettronica.

Info: www.davesmithinstruments.com

 

Vai alla barra degli strumenti