Wavesfactory: TrackSpacer

TrackSpacer di Wavesfactory è un plug-in che cerca di risolvere in modo automatico un annoso problema che si riscontra quasi sempre durante il mixing di un pezzo, la lotta delle frequenze. Questa battaglia virtuale avviene tra le varie tracce di una canzone ogni qualvolta che due o più strumenti si competono lo stesso spazio in frequenza e vien da se che quello con il volume superiore in quel range andrà a mascherare totalmente o parzialmente gli altri.

TrackSpacer applica una equalizzazione multi-banda automatica su un dato canale basandosi sulle informazioni che gli arrivano da un segnale sidechain. Il segnale sidechain sarà della traccia che si vuole venga messa in evidenzia nel momento in cui interviene. Il plug-in andrà quindi a sottrarre, attraverso un eq a 32 bande, le frequenze dalla traccia, o gruppo di tracce, che opera il mascheramento.

In altre parole, e da qui deriva il nome del plug-in stesso, questo software da spazio a certe tracce riducendo le frequenze principali di queste su altre tracce in tempo reale.
TrackSpacer può essere utilizzato in diverse situazioni. Uno degli esempi più classici è l’interferenza tra basso e batteria. Inserendo TrackSpacer sul canale del basso e usando la cassa come sidechain si può evitare di intaccare troppo il basso ed allo stesso tempo creare spazio per udire chiaramente la cassa.

Altro esempio è quello della voce in un mix molto pieno. Mandando tutti gli strumenti verso un bus, e inserendo su questo TrackSpacer con la voce come sidechain, si potrà dare più risalto alla voce senza dover ridurre il volume generale del mix strumentale.
Allo stesso modo si possono eseguire efficaci voiceover su musica o filmati lasciando che sia il plug-in a fare un lavoro che in modo manuale richiede molta più fatica ed esperienza.

Il costo di TrackSpacer è di 45€.

Info: plugins.wavesfactory.com

 

Vai alla barra degli strumenti