Radial: PZ-DI, la direct box creativa

La Radial PZ-DI è una direct box creata appositamente per gli strumenti acustici e da orchestra. La differenza principale con le normali DI è la possibilità di poter fare l’accoppiamento giusto tra l’impedenza della sorgente e l’input audio, così da ottimizzare la risposta in frequenza, la dinamica ed in definitiva il feeling con lo strumento.

La PZ-DI prevede uno switch a 3 posizioni per gli aggiustamenti di carico: la posizione da 1 MOhm è la classica impedenza che si trova sulla maggior parte delle DI attive; la posizione da 220 kOhm scalda il suono dei pickup magnetici per restituire un timbro quasi valvolare; la posizione da 10 MOhm può essere utilizzata per compensare il tono duro e un po’ gracchiante che affligge molti piezoelettrici.

Dopo questo stadio di match dell’impedenza c’è un filtro passa-alto per dare la giusta collocazione allo strumento, eliminando le risonanze basse indesiderate. Uno switch passa-basso con taglio leggero a partire da 3kHz serve ad ammorbidire un po’ gli strumenti con suono troppo metallico o frizzante. Un pad da -15dB si adatta benissimo a strumenti troppo potenti.

Sull’altro lato c’è uno switch per l’inversione della polarità per domare i feedback che si possono creare in alcuni punti del palco e un ground lift che elimina facilmente rumori hum e fuzz causati dal rientro della corrente di rete o da trasformatori.

Abbiamo visto nella nostra recensione del preamplificatore Focusrite ISA Two (Vai alla Recensione) come l’impedenza in ingresso possa esse utilizzata anche in modo creativo in studio ma anche live. Con questa Radial PZ-DI si può fare esattamente lo stesso e sbizzarrirsi.

Info: www.grisbymusic.it

Info: www.radialeng.com

 

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti