iTunes Music Festival: celebrazione della musica 2.0

Apple con iTunes non è ormai solo la più grande casa discografica al mondo, con buona pace dei vecchi colossi dell’era pre-internet, ma sta entrando prepotentemente anche nel mondo della musica live. Qualche mese fa ne avevamo parlato (Vai alla News) riguardo ad iTunes Live, che compiva il primo passo con una performance gratuita di niente di meno che Paul McCartney.
Sembrava un discorso futuristico, uno scenario probabile nei prossimi anni ma ancora lontano, e invece per Apple il futuro è già qui, e si concretizza proprio nel mese settembre con l‘iTunes Music Festival.

 

Un biglietto da visita da nulla per presentare quello molto probabilmente sarà uno dei servizi che rivoluzionerà di nuovo la musica a livello mondiale. L’iTunes Music Festival è una rassegna con decine di artisti, dagli emergenti al grosso calibro, che dura tutto il mese di settembre ogni sera mette in scena un concerto diverso che tutti si possono godere, gratuitamente, in diretta oppure in streaming quando si vuole, dal computer di casa o dal servizio Apple TV.

I nomi coinvolti sono di assoluto primo primo piano: Norah Jones, Muse, Usher, Jack White, Alicia Keys, P!nk, The Killers, David Guetta, Deadmau5, Andrea Bocelli e molti altri ancora. Tutto gratuito. Non si è mai visto niente del genere. A livello musicale è certamente la più grande campagna pubblicitaria e promozionale mai realizzata ed ovviamente gli oltre 620 miliardi di dollari di capitalizzazione di Apple aiutano a realizzare anche quello che per altri sarebbe semplicemente impossibile anche solo da immaginare.

Niente si fa per niente. iTunes Music Festival non è solo il modo di Apple di promuovere arstisti che hanno già il loro repertorio su iTunes e con questi concerti vedranni sicuramente le vendite dei loro brani aumentare, è il lancio di iTunes Live, o come si chiamerà quando il servizio diventerà anche a pagamento.
Concerti selezionati tra i più importanti al mondo saranno trasmessi in streaming e poi scaricabili in qualsiasi momento, esattamente come ora compriamo un disco per il nostro iPod. Concerti trasmessi con una qualità audio eccellente e una ripresa video in HD supportata da una regia degna di un DVD musicale.

La musica live di fronte a questo scenario è necessariamente destinata a cambiare. Questo nuovo introito sarà una manna per una industria alla disperata ricerca di nuove soluzioni per uscire dalla crisi nera della discografia post-Napster.

Dopo i grandi eventi la rivoluzione potrebbe riguardare, come lo è stato per la musica su iTunes, tutti coloro che vorranno condividere il loro evento musicale. Ci stiamo avvicinando ad un futuro dove ancora una volta le distanze verranno annullate dalla rete e gli artisti dovranno sempre più intelligentemente guardare oltre quell’occhio lucido ed impassibile che li connetterà ad ogni parte del globo. Un mondo fatto di miliardi di persone invisibili che certamente non potranno mai eguagliare il calore di una folla.

Info: www.itunesfestival.com

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti