Wizdom Music: SpaceWiz, sonorità siderali

Jordan Rudess, tastierista dei Dream Theater che non certo bisogno di ulteriori presentazioni, è diventato recentemente celebre anche per aver sviluppato alcune delle app musicali per iPad più innovative e vendute, tra cui il famoso MorphWiz.
Ebbene ora Jordan ne ha combinata un’altra. Assieme a Wizdom Music ed al loro capo programmatore Kevin Chartier ha sviluppato una nuova applicazione per device iOS, SpaceWiz, una app in grado di generare suoni da spazio profondo, atmosfere fantascientifiche e new age.

Rudess ha dichiarato: “In partnership con Tobias Miller abbiamo sviluppato qualcosa per provare a materializzare sogni che arrivano da altri mondi”. SpaceWiz è una applicazione molto particolare, che unisce suono e immagini. Ci sono oltre 250 strumenti all’interno, con 45 preset e l’accesso per il controllo con strumenti MIDI esterni.

Un modo per creare musica nuovo, per creare scenari e melodie grazie al touch-screen dell’iPad. Il concetto dietro a questo SpaceWiz non è proprio immediato ma potrebbe rivelarsi un’ottima fonte di ispirazione per fare musica moderna o aggiungere effetti ultra-terreni alle proprie produzioni. Detto in poche parole questa app unisce una versione semplificata di MorphWiz, il famoso touch-synth per iPad che trasforma lo schermo in un controller 2D con suoni di sintesi ed effetti, e un generatore di suoni random che ha come interfaccia grafica un sistema planetario. Quest’ultimo, che può essere creato da noi o preso dai preset, è un vero e proprio sistema di pianeti che gravitano attorno al sole. Ad ogni pianeta è associato un generatore di suoni che viene triggerato da particelle di materia che si muovono nello spazio. Le particelle possono essere create da noi tramite il tocco oppure da generatori casuali che hanno l’aspetto di satelliti.

Che dire se non che Jordan Rudess rifiuta in ogni caso la banalità. E’ una app interessante che regala sonorità eteree e fa parte di una musica nuova che sfrutta le ultime tecnolgie touch. Non sappiamo ancora dove porterà, ma sperimentare è sempre stato un modo per evolvere.

Info: wizdommusic.com

Vai alla barra degli strumenti