VeganWave 2012: la musica vince sul maltempo

La prima edizione del VeganWave, manifestazione musicale collegata ad Arezzo Wave che ha coinvolto le band finaliste del più grande concorso italiano per musicisti emergenti, ha subito un battesimo all’acqua che nessuno avrebbe mai potuto preventivare. Mezza giornata di pioggia battente, vento e temporale si sono abbattuti sulla manifestazione causandone la sospensione per motivi di sicurezza dopo che solo le prime band avevano avuto occasione di esibirsi davanti al pubblico ed essere ascoltate dalla giuria del concorso.

Dalle parole del direttore tecnico di VeganWave, il nostro Aldo, sentiamo com’è andata: "Purtroppo il meteo è stato veramente proibitivo, a più riprese abbiamo dovuto sospendere il concerto. La pioggia battente e le raffiche di vento rischiavano di compromettere la sicurezza di artisti, tecnici e personale addetto. A malincuore alle ore 16 circa abbiamo dovuto fermare definitivamente lo show, le votazioni e di conseguenza il contest sarebbe stato pesantemente compromesso".

Continua Aldo: "Vista l’importanza ed il valore dei premi in palio, dopo una consultazione con Mauro Valenti di Arezzo Wave, Sauro Martella di VeganFest e tutto il resto dello staff, abbiamo deciso di rimandare ad Arezzo la gara, dove il contest VeganWave avrà il suo compimento e la sua premiazione. Avevamo però una trentina di musicisti arrivati da tutta Italia con una grande voglia di calcare lo splendido palcoscenico di VeganFest".
"Purtroppo il tempo non sembrava placarsi e la decisione è stata difficile però, verso le 18:45, dopo una consultazione con i tecnici del palco e le autorità competenti, abbiamo deciso di mandare le band sul palco e dare fuoco alle trombe! Nonostante la pioggia e il freddo una platea fatta di inguaribili rockettari si è annidato sotto il palco e lo spettacolo è andato avanti. La musica era ottima e le band, lo dico senza retorica alcuna, veramente ad un livello quasi sorprendente. Se questa è la musica emergente in Italia credo che occorra far di tutto per farla emergere sul serio. Esco e usciamo rinfrancati da questa giornata di ascolto."

"Certo rimane un grosso rammarico per le condizioni meteorologiche" conclude il nostro super-direttore tecnico Aldo a cui dobbiamo fare i complimenti per il suono ottimo e la splendida resa scenografica anche in condizioni così difficoltose, "nelle prime due giornate di sole l’area concerto era piena di gente che ballava e cantava al sole quasi estivo, una goduria! Da più parti ci stanno chiedendo di fare un concerto simile nei prossimi mesi e da subito è sembrata una cosa plausibile…stay tuned".

Per ringraziare tutte le band partecipanti della loro generosità e della loro musica che è riuscita alla fine a battere anche il tempo avverso, sono stati consegnati a tutti i premi di partecipazione: un cesto di prodotti dell’eccellenza vegan, un microfono iRig Mic e il software mastering T-Racks 3 Deluxe di IK Multimedia e un set di cavi per strumento e microfono Tasker.

 

Vai alla barra degli strumenti