iZotope: Iris, visual synth per sperimentatori

iZotope, tra le aziende che personalmente più ammiro per essere sempre un passo avanti nell’innovazione dell’audio digitale e del signal processing, ha appena annunciato la nascita di Iris, un “visual instrument”, come lo definiscono loro stessi, che porta avanti un concetto nuovo di suond design e manipolazione dei sample.

Alla base di Iris c’è la tecnologia di visual feedback di iZotope premiata già in altri prodotti. Iris infatti è più di quello che potrebbe sembrare un synth granulare, permette di entrare direttamente nello spettro di qualsiasi file audio per estrarne, sovrapporre e manipolare nuovi suoni. Ci sono molte funzioni di sintesi e centinaia di preset, con circa 4 GB di materiale sorgente da cui trarre per creare le proprie texture.

E’ uno strumento che invita esplicitamente a creare e sperimentare in modo pesante. Si parte da qualsiasi file audio a disposizione, proprio o delle librerie incluse, per andare ad isolarne le porzioni spettrale più interessanti in modo grafico. Si può quindi assegnare questo suono ad un MIDI controller ed usarlo subito per suonare. Oppure si possono creare texture e sottofondi dalla sovrapposizione di sorgenti audio simili o anche completamente diverse.

Ci sono strumenti che aiutano a derivare anche dal rumore la nota fondamentale presente nel materiale audio, e che invitano a modificare, modulare e aggiungere effetti a quanto ottenuto secondo il gusto personale.
Come mostrato nel video promozionale si può andare personalmente alla ricerca dei suoni più strani e ispirati, oppure affidarsi ai 4GB di sample messi a disposizione da iZotope che includono registrazioni di insetti, animali, macchine, synth vintage, strumenti musicali e molto altro.

Momento prezzo. Fino al 30 aprile Iris costerà 149 dollari, 100 euro meno rispetto al prezzo definitivo dopo quella data. E’ chiaramente uno strumento per coloro che amano stare ore alla ricerca del proprio suono, coloro che vogliono cimentarsi con un registratore per scoprire che cosa si può creare da una goccia d’acqua o da un treno che passa. I risultati però possono andare decisamente oltre le aspettative.

Info: www.izotope.com

 

Vai alla barra degli strumenti