RME: HDSPe MADI FX, 390 canali su una sola scheda

La nuova interfaccia RME PCI Express HDSPe MADI FX rappresenta un’autentica rivoluzione nel settore delle interfacce audio. Fino a oggi non esisteva un sistema simile per prestazioni e numero di canali (390!).

Tre I/O MADI – due ottici e uno coassiale – un I/O AES/EBU e un’uscita analogica per il monitoring. Completano la dotazione 4 I/O MIDI e la connessione Word Clock. Come tutte le schede RME, la tecnologia e le connessioni sono integrate all’interno di una soluzione estremamente compatta. È necessario un solo slot PCIe libero sulla scheda madre, e un’altro slot libero sul case del computer.

Per garantire le prestazioni a bassa latenza caratteristiche delle interfacce RME, la HDSPe MADI FX sfrutta il nuovo sistema modulare Hammerfall Pro Audio Core ad alta tecnologia. Il nuovo core è in grado di processare un numero di canali fino a 3 volte superiore alla precedente generazione MADI di RME; allo stesso tempo riduce il carico sul processore e consente di usare buffer di latenza fino a 32 campioni sui computer più recenti.

Il nuovo sistema disattiva automaticamente i canali inutilizzati in modo da non consumare risorse di calcolo o banda passante. Una semplice riproduzione stereo produce un carico sul sistema non superiore a quello di un’interfaccia audio stereo, nonostante si tratti di un sistema multi-canale professionale con quasi 400 canali.

La HDSPe MADI FX ha una versione speciale del TotalMix FX che consente di gestire questo numero di canali in modo pratico ed efficace. RME ha ottimizzato le prestazioni del sistema in modo che il mixer a 4096 canali della MADI FX risponda con la stessa fluidità del suo corrispettivo a 1800 canali nella Fireface UFX. Il DSP nuovo e più potente consente di aggiungere un numero ancora maggiore di EQ e compressori.

Il nuovo layout del TotalMix consente di gestire il numero enorme di canali in modo estremamente semplice. È possibile nascondere i canali inutilizzati e salvare e richiamare queste configurazioni di visualizzazione. Basta un click per passare da un setup all’altro, ad esempio dal vedere solo il mix della batteria fino ai canali della band al completo.

Il motore effetti a 192 kHz consente il monitoring a latenza zero con diversi effetti come EQ, compressore, riverbero e delay direttamente dall’hardware della scheda, in modo totalmente indipendente dalla DAW.

La matrice del TotalMix consente di usare la scheda come potente router MADI. A differenza della maggior parte delle altre soluzioni di routing, è possibile stabilire l’assegnazione di ogni singolo canale, con livelli diversi per ogni routing. La flessibilità imbattibile del TotalMix consente di trasformare in realtà le applicazioni più complesse e impensabili.

Il nuovo sistema Seamless Redundancy Operation di RME utilizza i 3 ingressi MADI della scheda per assicurare la massima sicurezza nelle applicazioni professionali. Quando la scheda passa a prelevare il segnale da un altro ingresso – e le sorgenti ridonanti possono essere non una ma due – il flusso di dati audio non viene interrotto. In modalità SRO la scheda funziona come interfaccia a ingresso MADI singolo in grado di registrare fino a 64 canali come l’attuale HDSPe MADI. Appena viene a mancare il segnale sull’ingresso attualmente selezionato, vengono utilizzati i dati audio provenienti da uno degli altri due ingressi. Non è necessario ri-sincronizzare con un clock diverso né la scheda deve riagganciarsi al clock esistente. In questo modo l’interruzione del segnale esterno comporta la perdita solo di pochissimi campioni.

La HDSPe MADI FX è compatibile con Windows e Mac OS.

Info: www.rme-audio.de

Info: www.midiware.com

 

Vai alla barra degli strumenti