RME: Fireface UCX, registrare anche con iPad

La Fireface UCX è la nuova interfaccia RME della linea X-Series, una soluzione integrata per l’audio professionale in un formato estremamente compatto, per le registrazioni in studio e dal vivo. La UCX continua la lunga tradizione di RME nella progettazione di interfacce compatte che racchiudono in mezza unità quello che normalmente occupa tre pannelli da 19”.
Già da questo punto di vista la Fireface UCX stabilisce un record nella categoria: lo chassis da mezza unità rack nasconde 300 componenti elettronici, più della Fireface UC (che già di suo ha una densità notevole). Ben 50 componenti sono dedicati a schermare l’elettronica interna di alta qualità dai DSP, il cuore pulsante dell’interfaccia. Il risultato è una combinazione dei prodotti RME di maggior successo: Fireface UFX, Fireface UC/400 e Babyface.

 

I convertitori A/D e D/A ad alte prestazioni della UCX hanno un nuovo design, implementato per la prima volta nella Fireface UFX, e supportano frequenze di campionamento fino a 192 kHz. Questo nuovo design supera la tecnologia delle Fireface UC/400 grazie ad un’ottima gamma dinamica di 114 dBA sia in registrazione che in riproduzione.
Tutti gli I/O analogici hanno convertitori con design a bassa latenza che garantisce i valori impressionanti di 14 campioni per l’ADC e 7 campioni per il DAC, indipendentemente dalla frequenza di campionamento impostata. Si tratta di circa un quarto dei rispettivi valori per le Fireface 400/UC.

La Fireface UCX è la prima interfaccia veramente professionale con modalità Class Compliant. In questa modalità la UCX può funzionare come interfaccia audio/MIDI senza driver proprietari in Windows, Mac, Linux e con Apple iPad e iPad2 (richiede il Camera Connection Kit).
La UCX fornisce all’iPad le connessioni I/O professionali mancanti. Ottimi preamplificatori microfonici con EQ, processori di dinamica, AutoSet, uscite di linea bilanciate professionali, e un’uscita cuffie ad alta potenza. Più gestione dei livelli, riverbero, eco e monitoraggio a latenza zero. Persino riproduzione ad alta risoluzione a 24 bit / 96 kHz. Tutto in digitale via USB. La modalità Class Compliant è uno standard supportato nativamente da tutti i sistemi operativi come Windows, Mac OS X e le distribuzioni Linux. Non sono necessari driver proprietari: basta attivare la modalità CC dal pannello frontale in qualsiasi momento, e il dispositivo viene rilevato automaticamente.
Naturalmente le funzioni native sono limitate rispetto a quelle fornite dal driver RME per la UCX su Windows o Mac. Ad esempio non sono disponibili il TotalMix o la configurazione degli effetti. Le prestazioni a livello di latenza non sono paragonabili a quelle dei driver RME.
RME ha implementato la modalità Class Compliant soprattutto per consentire di collegare la UFX a un Apple iPad o iPad2. L’iPad non è solo un’elegante piattaforma mobile per registrare e creare musica, ma anche un sistema hardware e software chiuso che non deve fare i conti con i soliti problemi di driver e interferenze con hardware di terze parti, ad esempio le schede grafiche e di rete. Offre stabilità, buone prestazioni in tempo reale ed è estremamente maneggevole e semplice da usare.

Come funziona con l’iPad?
Servono tre cose:
Fireface UFX in modalità Class Compliant
Apple iPad / iPad 2 con iOS 5. Non è possibile usare iPhone o iPod Touch.
Apple iPad Camera Connection Kit, o un adattatore di terze parti paragonabile (i cosiddetti kit x in 1)

Ingressi e uscite supportati. Quando la UCX è collegata a un iPad, con le app mono funziona l’ingresso analogico mic/line 1, con le app stereo (sia dual mono che stereo) funzionano gli ingressi 1 e 2. Con le applicazioni a 8 canali come MultiTrack DAW sono disponibili tutti gli 8 ingressi analogici.
La UCX è uno strumento molto potente anche in modalità CC, e può essere pre-configurata dal TotalMix in Windows/Mac. Al di là della configurazione attuale, che viene mantenuta, la possibilità di salvare nella memoria interna fino a 6 setup esistenti è molto utile e consente di ri-configurare velocemente l’unità senza bisogno di collegarla ogni volta a un Mac/PC.
Il segnale in ingresso passa attraverso tutte le funzioni del TotalMix FX attive per quel canale, vale a dire impostazioni, EQ e Dynamics, e poi viene inviato all’iPad.

Il prezzo della UCX non è proprio leggerissimo, circa 1084 euro, per un numero di canali abbastanza ridotto, però c’è da considerare anche il processore integrato che renderà molto più prestante il vostro sistema di registrazione. Inoltre la possibilità di registrare a 8 canali su un’iPad è davvero notevole.

Info: www.rme-audio.com

Info: www.midiware.it

Vai alla barra degli strumenti