Carvin: DC800, 8 corde versatile

Sono alcuni anni, da quando Ibanez presentò il primo modello in assoluto, che le chitarre ad 8 corde si sono affacciate sul mercato. Il dubbio sul fatto se riusciranno a ricavarsi una loro nicchia, come hanno fatto le 7 corde, rimane tutt’ora, visto che la scomodità della tastiera di questo strumento, dovuta alla larghezza notevole, ne limita molto il feeling per la maggior parte dei chitarristi.
Nonostante questo è indubbio che avere un’ottava corda aggiunge una potenza e un ruggito sulle ritmiche difficilmente ottenibile in altro modo.

Carvin arriva quest’anno a produrre il suo primo modello di chitarra 8 corde, la DC800. Una chitarra con scala da 27” e pickup attivi A80, come anche un nuovo ponte fisso. Per quanto riguarda le caratteristiche Carvin permette di scegliere e customizzare ogni modello con decine e decine di opzioni.

Forse per la prima volta una casa dichiara di aver prodotto una 8 corde non solamente dedicata al metal, ma adatta anche a suonare jazz, prog-rock e fusion.
La DC800 ha corpo in ontano e manico in acero con design neck-through. Si può optare però anche per legni come il frassino palustre, acero, mogano, noce e koa. Si può poi aggiungere a scelta un top in acero AAAA fiammato o quilted, koa fiammato o noce Claro California.

La tastiera standard è in ebano con scala da 27” e intarsi in madre perla, radius da 20” semi-piatto e 24 tasti medium-jumbo. L’action, come solitamente avviene per le 8 corde, è molto bassa per poter suonare senza troppa difficoltà. L’attacco del manico al corpo è smussato per avere accesso rapido anche fino al 24-esimo tasto.

I pickup A80 humbucker attivi producono un suono chiaro sulle medie e alte e molto aggressivo nel registro basso. I controlli sono si volume master, tono passivo e selettore a tre vie.

Info: www.carvinworld.com

 

Vai alla barra degli strumenti