Starr Labs: iTar, una keytar per iPad

A volte succede la notte di avere incubi con mostri e chimere inquietanti che ci perseguitano, a volte invece li scopri navigando per la rete in cerca di novità e curiosità.
iTar è il frutto della mente, forse geniale forse altro, dello staff di Starr Labs, azienda che sta cercando di prendere il volo lanciando prodotti innovativi.

L’idea non è nuova, è una specie di keytar in poche parole, però utilizza un iPad, che in questo periodo è stato integrato praticamente in ogni oggetto di questo mondo: automobili, cucine, mixer, barche, pedaliere e persino nei frigoriferi.
La tastiera ibrida tra chitarra e synth-controller di questo iTar comanda via MIDI qualsiasi app musicale per il tablet Apple. In questo modo iTar trasforma l’iPad in qualsiasi strumento virtuale disponibile.

Il touchscreen del tablet, permette addirittura di trasformare iTar in una chitarra sensibile alla plettrata, ovvero come suonare una chitarra con suoni elettronici nel modo più scomodo possibile ed ottenere qualcosa che qualsiasi chitarra vera farebbe meglio.
Il punto forte di questo strumento è certamente la versatilità, il punto debole è che forse nessuno ne sentiva il bisogno.

Qui viene il nocciolo della questione. Essendo un progetto startup, non ancora in produzione, Starr Labs sta raccogliendo i fondi per arrivare ai 50 mila dollari che, entro il 6 dicembre, permetteranno di passare dal prototipo ai negozi. Se ci arriveranno sarà solo merito dei fiduciosi sostenitori che copriranno la ragguardevole differenza tra i quasi 6 mila raccolti ad oggi e l’obbiettivo minimo. Si può sostenere la causa con qualsiasi cifra, ma per assicurarsi un iTar appena sfornato ne saranno necessari 200$.

Forse il mondo non è ancora pronto per tutto questo.

 

Info: starrlabs.com

 

 

Vai alla barra degli strumenti