La saldatura e i cavi audio: i connettori

Ciao a tutti amici di ZioMusic, oggi voglio affrontare un tema scottante: la saldatura!! Per alcuni sembrerà una cosa da niente, ma posso assicurarvi, per esperienza, che avere sempre tutto funzionante anche nelle piccole cose e nei dettagli può fare la differenza. Non dimentichiamoci che anche un semplice cavo o un’ingresso che fanno “contatto” e che perdono la connessione con il segnale possono rovinare la performance di un artista.

E poi diciamoci la verità, chi di noi non ha dovuto impugnare il saldatore e aggiustare o creare un cavo al volo durante un live? Se non vi è mai capitato bene per voi ma sappiate che gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, motivo per cui in questo articolo ho voluto fare un riepilogo generale sui connettori e sui principali schemi di cablaggio.

Partiamo dal definire i vari connettori e la loro struttura:

Uno tra i connettori più conosciuti, soprattutto dai musicisti, è sicuramente il Jack!

Può essere Mono o Stereo e di due dimensioni:

1/4 di pollice (standard)

1/3 di pollice (Mini Jack)

Il Jack Mono o TS è composto da:

Tip ossia la punta che porta il segnale

Sleeve o Ground è il resto del corpo ed è la massa.

 

 

 

 

 

Il Jack Stereo o TRS, invece, dovendo portare due segnali, ha una parte in più chiamata Ring.

 

 

 

 

 

Un altro Connettore standard nel mondo musicale è l’XLR (chiamato volgarmente anche Cannon in riferimento all’inventore James H. Cannon della Cannon Electric)

L’XLR ha due tipi di connettore (maschio e femmina) ed è diviso in 3 poli:

1 è la massa

2 il polo caldo

3 il polo freddo

 

 

 

 

Più conosciuto nel mondo delle discoteche e dei DJ, è sicuramente l’RCA o PIN Jack.

E’ un connettore Mono ed è spesso identificato da un codice colore:

Bianco – Left
Rosso – Right
Giallo – Video

 

 

 

L’ultimo connettore sul quale voglio spendere due parole, è il DIN 5 poli (più comunemente chiamato MIDI). Il MIDI (acronimo di Musical Instrument Digital Interface) è un protocollo creato nei primi anni ’80 che consente la gestione e il collegamento fisico tra dispositivi.

Nonostante l’età, il MIDI, rimane tutt’oggi uno degli standard sia per la qualità che per la praticità di utilizzo.

Il connettore è formato da 5 poli:
1 – Non Collegato
2 – Massa
3 – Non Collegato
4 – +5 Volt
5 – Dati MIDI

 

 

 

 

 

Fatta chiarezza sui principali connettori, vediamo adesso come collegarli per creare cavi e adattatori.

JACK MONO TO JACK MONO
Si tratta di uno dei cavi più utilizzati da tutti i musicisti, basta pensare ad esempio al collegamento tra la chitarra e l’amplificatore.

JACK STEREO (TRS) TO JACK STEREO
Questo cavo è più il utilizzato dai tastieristi e dai batteristi, ad esempio per collegare un pad elettronico alla centralina.

XLR TO XLR
In assoluto il cavo più utilizzato nel mondo musicale

JACK MONO TO JACK STEREO

JACK MONO TO XLR

 

JACK STEREO TO XLR MASCHIO
Questo adattatore è spesso usato per collegare le uscite AUX dei mixer ai finali o direttamente ai monitor.

JACK STEREO TO XLR FEMMINA

JACK STEREO TO 2 XLR
Questo adattatore è utilizzato spesso per collegare un telefono o un iPod al mixer.

Il connettore Jack può essere sia standard (1/4 di pollice) che Mini Jack (1/3 di pollice.

JACK STEREO TO RCA
L’utilizzo è simile a quello del cavo precedente e viene utilizzato più spesso nei mixer da DJ.

RCA TO XLR

MIDI TO MIDI

MIDI TO XLR
Spesso si ha bisogno di prolungare dei cavi MIDI o di far passare il segnale MIDI all’interno di fruste XLR.

 

Bene, adesso che abbiamo ripassato i connettori e i collegamenti non ci resta che armarci di pazienza e metterci a lavoro. Prima di un’altra mia incursione sulla pagine di ZioMusic colgo l’occasione per augurarvi una buona estate piena di live e di musica!

Nicola “Zagor” Trapassi
ZioMusic Contributor

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti