JBL: la Serie 7 e Intonato 24 per il Dolby Atmos studio di NY

JBL Professional, parte del grande gruppo Harman a sua volta acquisito da Samsung circa un anno fa, è stata scelta da i nuovi studi Dolby Atmos Sonic Union per la loro spettacolare mixing room.

Interessante la configurazione che mi interessa mostrarvi in questo articolo. Sono stati utilizzati una serie di monitor JBL 7 Series ed il sistema di gestione Intonato 24 per realizzare una complessa configurazione per l’audio immersivo che però fosse gestibile in modo semplice.
Gli studi Sonic Union sono infatti uno dei centri più all’avanguardia per l’audio immersivo, un settore estremamente promettente e sul punto di decollare prepotentemente. Dopo aver aperto uno studio a Union Square nel 2008, Sonic Union ne ha aperto un secondo vicino Bryant Park nel 2017. Questa nuova struttura comprende anche una mixing room per la post-produzione, proprio quella di cui vi parlo oggi, certificata Dolby Atmos.  Le richieste in fase di costruzione sono state quelle di ottenere molta profondità di campo, suono pulito, potenza e basso impatto visivo e di ingombro. Questo ha portato a scegliere il sistema JBL.

A New York come tutti sanno, spiega l’ingegnere e partner di Sonic Union, Joe O’Connell, lo spazio non te lo regalano di certo. Quindi è stata costruita una mixing room di dimensioni confortevoli, tipo home theater, ma non enorme. Era quindi non soffocare i clienti con gli speaker, visto che in questo campo l’esperienza di ascolto è fondamentale quanto il saper presentare bene i contenuti prodotti.
I JBL sono stati scelti anche per la loro capacità di suonare bene anche a bassi volumi.

Il sistema è stato costruito con 17 speaker JBL 7 attivi bi-amplificati. Per i frontali, destra e sinistra, Sonic Union ha scelto i 708P, con woofer da 8″. Per i surround e i sommitali hanno invece optato per i più piccoli 705P da 5″. Per gestire il canale LFE della configurazione Atmos, hanno scelto i subwoofer LSR6312SP. Tutto il sistema è controllato dal processore Intonato 24 e dal desktop controller Intonato DC.

Il porcessore JBL Intonato 24

Per chi si chiedesse cosa fa il processore Intonato 24, la risposta è che ha un ruolo importante, non solo nell’analisi, calibrazione della stanza e di ogni speaker, ma ha anche notevoli possibilità di routing e possibilità di salvare diversi preset a seconda delle esigenze di ascolto. Con due location, nove ingegneri e progetti in diversi formati surround, questo tipo di flessibilità è necessaria. Sonic Union può quindi passare velocemente dal complesso routing del sistema Atmos allo standard 5.1.

Per finire. Che tipo di lavori realizzano in questi studi? Una grande varietà, si va dai mix per produzioni cinematografiche alle produzioni con audio binaurale per i dispositivi mobili, servizi di streaming che offrono contenuti Atmos e audio immersivo di ogni genere tra realtà aumentata e virtuale.

Info: www.jblpro.com

Info: www.leadingtech.it

Luca “Luker” Rossi
 

 

Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti