Neumann: il ritorno del U-67, un classico senza tempo

L’U-67 è stato introdotto per la prima volta sul mercato dalla tedesca Neumann nel 1960. Da quel momento è diventato il microfono “go-to” per una quantità innumerevole di studi di registrazione in tutto il mondo, un condensatore considerato un classico impossibile da non avere per chiunque registrasse musica moderna. Ancora oggi l’ U-67 è tra i più richiesti per la versatilità e la particolare qualità del suono da ingeneri del suono ed artisti di alto livello.

Neumann, cinquant’anni dopo, presenta al NAMM una riedizione che viene garantita come assolutamente identica all’originale, in produzione dal 1960 al 1971. Utilizza infatti la stessa capsula e lo stesso design elettronico, e parti chiave, come il trasformatore di uscita BV 12, sono state meticolosamente riprodotte secondo la documentazione originale. Anche le valvole EF86 sono state accuratamente selezionate per le avere le caratteristiche ottimali di rumore di fondo, mentre l’alimentatore è stato ridisegnato per soddisfare i più rigidi requisiti di sicurezza odierni e per ottimizzare il valore della corrente di filamento leggermente più alta nelle nuove valvole.

Da notare anche, ad ulteriore conferma del particolare lavoro di ricerca e fedeltà all’originale fatto dalla casa, che il nuovo alimentatore NU 67 V è completamente compatibile con i vecchi microfoni U-67, per i fortunati che ne posseggono. Anche questo nuovo Neumann U-67, proprio come cinque decadi fa, viene realizzato, assemblato e saldato soltanto a mano in Germania.

Info: www.exhibo.it

Info: Neumann

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti