Arturia: V Collection 6, aggiornamenti e nuovi strumenti

Con quattro nuovi strumenti software e due update sostanziali, la V Collection 6 è la più grande collezione di Arturia sia per quantità che per qualità delle emulazioni di synth e strumenti a tastiera. Con questa nuova versione V Collection 6 mette a disposizione un totale di 21 strumenti virtuali, un arsenale notevole che va a coprire praticamente qualsiasi aspetto della produzione digitale ed elettronica.

Di questi 21 v-insturments 4 sono completamente nuovi e piuttosto ricercati: DX-7 V, Buchla V (Easel), CMI V (Fairlight) e Clavinet V. Inoltre ci sono anche una nuova versione di Piano V e di Analog Lab nella versione 3, ampiamente rivisti, integrati e migliorati.

La qualità e di dotazione di suoni synth analogici è enorme, potendo anche contare su migliaia di preset già pronti a coprire praticamente qualsiasi genere ed esigenza. I 21 strumenti sono: DX-7 V, Buchla V, CMI V, Clavinet V, Mini V, Modular V, CS-80V, ARP2600 V, Prophet V & VS, Jupiter 8-V, Oberheim SEM V, Wurlitzer V, Vox Continental V, Solina V, Oberheim Matrix 12 V, Synclavier V, B-3 V (Hammond), Stage-73 V (Rhodes), Farfisa V e Piano V in una nuova versione.
La nuova versione di Analog Lab permette un rapido accesso a tutti i suoni dei sintetizzatori disponibili e rende possibili anche suoni ibridi con layer e combinazioni creative di questi.

Tutti preset sono realizzati da un team selezionato di musicisti e sound designer di livello mondiale. “Grazie ad Arturia V-Collection e al suo motore audio allo stato dell’arte TAE, i gioielli analogici del passato sono ora accessibili a qualsiasi utente di una DAW, il che significa un grandissimo vantaggio in termini di qualità del suono e semplicità con tutte le possibilità offerte dalla tecnologia attuale…In tutto e per tutto, un’integrazione perfetta per qualsiasi studio di produzione, anche per chi sta ancora lavorando con strumenti hardware reali come sto facendo io“ dice Martin Solveig.

La tecnologia proprietaria True Analog Emulation (TAE) è in grado di riprodurre fedelmente tutti i suoni e tutte le sfumature della sintesi analogica. Sfrutta le risorse del computer in maniera ottimizzata, consentendo di generare suoni complessi senza eccessivo sovraccarico della CPU.
La maggior parte dei moduli di un sintetizzatore analogico sono controllati in tensione, questa tensione è spesso instabile, a causa di variazioni di temperatura, e causa il ‘detuning’ di diverse voci che va a conferire ai sintetizzatori analogici il loro caratteristico suono ‘fat’. TAE è in grado di ricreare queste caratteristiche con estrema precisione, riuscendo in tal modo a generare il suono omogeneo e ampio, tipico di un synth analogico. Il tutto a 24 bit/96 kHz.

Info: www.midiware.com

Info: www.arturia.com

Vai alla barra degli strumenti