Backbeat Books: The British Amp Invasion

The British Amp Invasion” è un bel libro che vi consiglio, uscito recentemente per Backbeat Books, molto invitante per tutti coloro che vogliono scoprire come un piccolo gruppo di aziende inglesi abbia fatto la storia della musica forgiando il suono del rock e conquistando il cuore di milioni di musicisti ed amanti della musica.

Questo libro ospita storie, retroscena ed immagini storiche per raccontare gli amplificatori inglesi che hanno dato una voce ai chitarristi più influenti del periodo d’oro del rock.
Molti amplificatori americani famosi erano fatti per la musica jazz, country e da ballo, ma dagli anni ’50 in poi alcune piccole realtà dell’oltre-Manica si sono fatte strada diffondendo la filosofia del British-sound, sfruttando il dirompente successo del rock ‘n’ roll.

Quando questo genere crebbe e conquistò l’età adulta negli anni ’60 perdendo quel finale, “roll”, un po’ naif, gli amplificatori inglesi erano già in prima linea ad attendere che l’attacco finale per la conquista avesse inizio. I loghi di questi ampli, Vox, Marshall, Hiwatt, Orange, Watkins, Selmer, Sound City ed altri ancora, campeggiavano dietro le spalle dei più noti guitar-hero del tempo, inglesi ed americani: i Beatles, The Kinks, Eric Clapton, Jeff Beck, Jimmy Page, Pete Townshend, Peter Green, Jimi Hendrix e la lista potrebbe continuare per molte righe. E sulle onde di questo suono British si passo dal Blues al Rock ‘n’ Roll, dal Rock all’Heavy Metal ed oltre. Fu una vera e propria British-invasion.

La simbiotica relazione tra queste case produttrici e la musica che resero possibile è descritta con dovizia di particolari in questo volume che non credo dovrebbe mancare nella biblioteca dei veri appassionati di chitarra.

Info: www.halleonard.com

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti