GVIDO: il non plus ultra dei reader per spartiti

Tra circa un mese uscirà sul mercato, dopo l’annuncio da parte del brand giapponese Terrada, quello che si preannuncia come il sogno segreto di tutti i musicisti che suonano leggendo lo sparito, i direttori d’orchestra e compositori: il reader GVIDO.

GVIDO è un e-reader di ultima generazione in doppio formato A4 che a prima vista sembra solo un Kindle più grande a due pagine, invece il suo doppio display E-Ink Mobius da 13,3 pollici con risoluzione da 1200 x 1600 pixel permette una lettura ad alta definizione senza stancare la vista, inoltre il supporto dello stylus Wacom consente di scrivere note e appunti direttamente sullo spartito come sulla carta.

Ma non è un reader da usare solo ‘a mani ferme’, mentre si suona i due pulsanti laterali permettono di girare le pagine velocemente appena sfiorandoli. E se proprio non si vogliono staccare le mani dallo strumento c’è anche il controller a pedale opzionale per un’operatività completamente hands-free.

Quanti spartiti può contenere la memoria interna da 8 GB? La risposta è che non importa, perchè se proprio siete dei bulimici, GVIDO può espandere la sua memoria tramite scheda micro SD.
Dal punto di vista della connessione integra un modulo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n e uno per li Bluetooth, mentre la ricarica avviene via micro USB. Ha una batteria interna agli ioni di litio ed un peso peso di 650 grammi per 480 x 310 x 5,6 mm di ingombro. Meno di un iPad Pro, ma GVIDO ha due schermi.

Ora che vi siete già ingolositi, cari musicisti dai guadagni stellari, ecco la nota dolente. Il prezzo di GVIDO, senza accessori, è di ben 1,600$. Non proprio un reader per tutti.

Info: www.gvido.tokyo

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti