Audio Solution: SP3, mixer rotary Made in Italy

Torniamo a parlare di mixer da DJ, e nello specifico della categoria rotary che da un po’ di tempo, grazie anche al ritorno della house music, sono tornati in auge in molti club di tutto il mondo, nelle case e negli studi di tanti appassionati.
Il prodotto di cui vi parliamo oggi è un “portable mixer” che, grazie alla sua versatilità, ha la possibilità di adattarsi a situazioni diverse tra loro. Stiamo parlando dell’SP3 di Audio Solution, azienda tutta italiana che ha sfornato uno strumento al 100% analogico, andando a soddisfare le esigenze dei puristi più pretenziosi.
Abbiamo anche potuto provare l’SP3 in molteplici contesti, in modo da avere la possibilità di valutare tutti gli aspetti, cercando di captare le sfumatura sonore di questo mixer.

Grazie alle sue dimensioni ridotte e alla sua compattezza, con un peso contenuto, si può portare l’SP3 ovunque, anche nei casi in cui la qualità sonora è una richiesta essenziale. Il design è elegante e minimale allo stesso tempo, la struttura nera lascia spazio ai disegni bianchi che essendo molto visibili anche al buio, rendono il layout semplice e con un tocco retrò. Questa caratteristica è rafforzata anche dai fianchetti in legno, che tra due giradischi o due CDJ sono esteticamente molto belli.

Questo modello ha 3 canali, ognuno sovrapponibile phono/line. Una delle differenze principali rispetto ad altri mixer è che i primi due canali hanno un isolatore ciascuno, mentre il terzo è libero da qualsiasi taglio di frequenza. Ciò da all’utilizzatore la possibilità di rendere il mixaggio molto personale e differente. Inoltre i knob sono ben bilanciati e la qualità dei componenti si percepisce subito.

Per visualizzare i valori di volume di ogni canale, l’SP3 dispone di tre rispettive bande a LED, mentre per il volume del master, in alto a destra, troviamo un meter stereo. Poco sopra, un connettore BNC per la luce di cortesia può aiutare molto, soprattutto nei club dove la visibilità è ridotta. Un altro aspetto che va incontro alle esigenze di chi viaggia è la presenza di uscite doppie per Master e Booth, in RCA e XLR, in modo da avere sempre una soluzione.
La parte posteriore presenta anche un ingresso Mic, uno Rec per registrare i propri set e un loop Send/Return per eventuali effetti o processori esterni.

Parlando della qualità audio. I tagli degli isolatori sono puliti, i vari potenziometri sono precisi e il mixer spinge in particolare sulle basse frequenze. Provandolo in un impianto che si conosce bene, ci si accorge che con l’SP3 la pressione sonora aumenta pur senza distorcere il suono, lasciando l’impressione di un suono limpido.

Caratteristiche:

  • Risposta in frequenza: 10Hz – 30KHz (+1dB / -3dB)
  • THD + N:   < 0,08%
  • Rapporto S/N:   > 97dB @ 1V on 1000 Ohm
  • (Master) Headphones amplifier: Classe A
  • Voltaggio:  110-230 VAC switchable
  • Consumo: Max @ 110-230 V: 40 Watt

Info: : www.audio-dj.com

Alessandro Esposto
ZioGiorgio Staff

 

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti