Shure presenta Axient Digital Wireless

Al NAB Show 2017 che si chiude proprio domani a Las Vegas, l’americana Shure presenta il suo nuovo sistema Axient Digital Wireless. Basandosi sui precedenti UHF-R, ULX-D e Axient Wireless, quest’ultima uscita viene annunciata da Shure stessa come la piattaforma wireless più innovativa sul mercato, adatta a qualsiasi tipo di applicazione che richieda i microfoni o trasmettitori wireless.

Axient Digital è composto da un ricevitore compatibile con due tipi di trasmittenti diverse, le serie AD e ADX; la prima raggiunge un livello qualitativo altamente professionale, includendo performance RF di massima affidabilità grazie al segnale audio digitale, mentre la seconda incorpora la tecnologia Showlink, per controllare in tempo reale tutti i parametri delle trasmittenti, con scansione e prevenzione delle interferenze. La serie ADX permette inoltre l’utilizzo del primo microbodypack con antenna integrata autosintonizzante.

Axient Digital già a prima vista sembra caratterizzata da un’esperienza di utilizzo user-friendly, che include alte performance a radiofrequenza, incorporando le caratteristiche richieste dai professionisti, prima su tutte la massima stabilità. La tecnologia Quadversity sfruttata dai ricevitori riduce al minimo le possibilità di sganci e interferenze, permettendo agli utenti di posizionare gruppi di antenne in zone diverse oppure raddoppiare le antenne presenti in una singola zona per migliorare il rapporto segnale-rumore. La modalità High Density aumenta il numero di canali disponibili da 17 a 47 per una banda 6-MHz TV (da 23 a 63 per una banda 8-MHz TV), mantenendo nel la qualità sonora. Grazie proprio alla qualità dell’audio digitale possibile via Dante e AES3, questi sistemi wireless dichiarano una risposta in frequenza piatta tra 20Hz e 20kHz e un ottimo range dinamico.

Tra le caratteristiche pro la criptazione con standard AES-256 e solo 2ms di latenza fra trasduttore e uscita analogica. Ogni sistema è compatibile con i software Wireless Workbench e ShurePlus Channels per ottimizzare le possibilità di controllo e configurazione, una gestione approfondita dello spettro e monitoraggio delle frequenze. Le modalità Dante Cue e Dante Browse attivano il monitoraggio in cuffia da qualsiasi dispositivo Dante connesso.
Per altro, con un tuning range di oltre 184MHz per tutte le trasmittenti e i ricevitori è più facile ora ottimizzare le frequenze disponibili. Le opzioni dual e quad receiver, combinate con una qualsiasi piattaforma che supporti le trasmittenti AD e ADX, massimizzano la flessibilità e la scalabilità.

Dal punto di vista dei servizi connessi è compatibile con lo Shure Battery Rack Charger (SBRC) che supporta fino a otto batterie ricaricabili in una singola unità rack. Il caricabatterie a rack ricarica tutti i dispositivi ed ha un pannello frontale in grado di mostrare informazioni critiche sullo stato di attività. Una volta connesso alla rete è possibile monitorare il processo di ricarica tramite i software Shure Wireless Workbench e ShurePlus Channels.

Axient Digital è stato progettato per superare tutte le problematiche presenti nell’ambiente RF e le varie applicazioni, come touring, produzioni teatrali e broadcasting,” sostiene Michael Johns, Product Manager di Shure. “I microfoni con frequency diversity (ADX2FD) e il primo micro-bodypack con antenna interna auto-sintonizzante (ADX1M) completano un’offerta all’insegna della stabilità“.

La serie AD è prevista in arrivo nella tarda estate 2017, mentre la serie ADX arriverà più avanti, verso i primi mesi del 2018.

Info: www.shure.it

Info: Shure.it Facebook

Vai alla barra degli strumenti