Akai: MCP X, modello di punta stand-alone

Era un po’ che non vedevamo una nuova versione del campionatore, groove station MPC di Akai. Ma le nostre preoccupazioni non potevano durare molto perchè questo prodotto, ormai quasi divenuto un brand a se stante anche se minacciato fortemente negli ultimi anni da Maschine, è una vera miniera d’oro. Ecco quindi arrivare l’MPC X, modello di punta, con funzionalità completamente stand-alone.

MPC X è quindi progettato per essere utilizzato non solo con un computer ma in particolar modo da solo, con un suo schermo multi-touch da 10″ ad alta risoluzione ed il nuovo software MPC V2.0. Un’unità molto potente quindi che aggiunge diverse caratteristiche hardware fatte proprio per chi vuole integrarlo in setup più o meno complessi. Ha 8 CV/Gate output per guidare synth esterni, samples, audio e MIDI track (2 MIDI in e 4 out). Tra gli input invece figurano phono, instrument, linea e microfonico.

La parte hardware è completata dalla consueta matrice a 16 pad retro-illuminati con codifica cromatica, più 16 manopole Q-Link con display grafico. E per essere utilizzato in autonomia possiede 16GB di memoria interna (10 GB di suoni inclusi) e 2 GB di RAM. Si può espandere la memoria tramite lo slot SD card o la connessione per drive SATA da 2.5″ (SSD o HDD), o anche le due porte USB-A 3.0 per chiavette o MIDI controller.

Info: www.akaipro.com

Vai alla barra degli strumenti