Schertler & Friends Day 2016

Sebbene giugno quest’anno ci abbia regalato più acqua che sole, ci ha dato anche tanti bei concerti ed alcune manifestazioni da ricordare. Una di queste è stata lo Schertler & Friends Day 2016, organizzata dal produttore di amplificatori, pickup e sistemi audio svizzero, ad Ameno (NO).
Schertler, da sempre legata al mondo degli strumenti acustici a corda, ha saputo mettere assieme i suoi amici e collaboratori realizzando una piccola ma interessante manifestazione di un giorno in cui poter sentire all’opera gli strumenti esposti da diversi marchi e l’amplificazione Schertler.

A margine posso dire in poche righe che, sebbene queste piccole esposizioni non possano aspirare ai grandi numeri delle fiere tradizionali, riescono a concentrare meglio l’attenzione del pubblico, sono molto più vivibili e, in definitiva, mandano a casa chi è venuto con un’idea ben definita sul suono di ciò che è stato dimostrato. Le piccole dimensioni inoltre le rendono più flessibili e ripetibili sul territorio. Non so se sia un modello antagonista e vincente rispetto alle grandi fiere, ma sicuramente possono dare ottimi risultati.

IMG_3960

Dario Fornara nella sua esibizione allo Schertler & Friends Day 2016.

Prima di parlare dei protagonisti, voglio consigliarvi un paio di marchi esposti che hanno attirato la mia attenzione.
Il primo è il nuovo marchio di chitarre Effedot, la ‘chitarra sociale’. Nata da un’idea del chitarrista e divulgatore musicale Reno Brandoni, è stata promossa come “la chitarra che nasce dal basso per essere la chitarra di tutti: appassionati, musicisti e aspiranti.” Sono strumenti molto buoni, soprattutto se consideriamo il prezzo di tutti i modelli di 199€, tenuto basso apposta per permettere a chiunque di avere una chitarra con caratteristiche di livello, pensata con un occhio di riguardo al fingerpicking.
La gamma è nata con sei modelli acustici di base per iniziare, con una tastiera da 46mm e una action di facile regolazione grazie ad una maggiore angolatura del manico. Interessanti le catene interne brevettate tagliate al laser che permettono un suono più caldo e vibrante.
A questo progetto è affiancato quello delle “Officine Effedot”, una serie di laboratori di liuteria in tutta Italia che daranno supporto a costi controllati e predefiniti a chiunque abbia bisogno di regolare la propria Effedot.
La distribuzione delle Effedot è operata da Aramini Strumenti Musicali.

Gavino Loche con la sua Effedot.

Gavino Loche con la sua Effedot

Le abbiamo sentite suonate da Gavino Loche, che ci a regalato una performance esalante, e nonostante il prezzo ‘sociale’ devo ammettere che le Effedot suonano in modo estremamente convincente.

Le chitarre Auden con il loro design essenziale e la paletta 'old style'

Le chitarre Auden con il loro design essenziale e la paletta ‘old style’

Il secondo marchio che ci ha lasciato un’ottima impressione sono le chitarre acustiche Auden. Le abbiamo sentite sul palco con Greg Coulson e Joe Jeffery, due chitarristi blues inglesi che hanno suonato un’Auden baritona ed una acustica Auden standard suonando standard e loro brani con un groove trascinante. Le Auden mi hanno colpito per ricchezza armonica ed una gamma media precisa e mai impastata come serve per fare blues, soprattutto in acustico.

Greg Coulson e Joe Jeffery con la chitarre Auden

Greg Coulson e Joe Jeffery con la chitarre Auden

Protagonisti della giornata erano, ovviamente, gli amplificatori, pickup e mixer Schertler, il minimo comun denominatore sonoro di tutti gli strumenti che abbiamo sentito sul palco di questa manifestazione.

IMG_3978

Il piccolo satellite full-range dell impianto PA Schertler TOM da 1000W.

Parto con il dire che la sonorizzazione dello spazio ed il mix sono stati gestiti con il nuovo mixer analogico Schertler Arthur e l’impianto PA portatile Tom. Quest’ultimo ha suonato egregiamente per tutta la giornata dimostrando che anche un impianto relativamente piccolo per uno spazio aperto medio-grande può restituire un suono preciso e ben direzionato con soli 1000W.

Il subwoofer dell impianto TOM. Piccolo ma efficace.

Il subwoofer dell impianto TOM. Piccolo ma efficace.

I due satelliti ed il piccolo sub che Schertler ha progettato per suonare in locali piccoli e medi, qui hanno onorato questi strumenti acustici ottimamente. Certo, non c’erano batterie, bassi e necessità di alti volumi ad aiutare, ma il Tom ha permesso un ascolto critico degli strumenti su tutta la gamma di frequenze, ed anche a diversi metri di distanza ha saputo rimanere definito, non facendo sentire la necessità di più potenza o di un impianto tipo line array.

IMG_3996

Il mixer Arthur ed i suoi singoli moduli

Del mixer modulare Arthur ve ne abbiamo già parlato nei mesi scorsi, sia nella nostra presentazione ‘rubata’ in casa Schertler che al Musikmesse. In questa manifestazione era l’osservato speciale, dovendosi confrontare con la purezza e la semplicità degli strumenti acustici ma anche con la loro necessità di tanta dinamica e basso rumore di fondo per far sentire tutti i minimi dettagli che questi esperti chitarristi sanno mettere nelle loro performance.

Il mixer Arthur utilizzato sul palco per le esibizioni

Il mixer Arthur utilizzato sul palco per le esibizioni

L’Arthur, mixer completamente analogico e privo di qualsiasi tipo di retroazione o operazionali al suo interno, ci ha permesso di valutare in modo attento gli strumenti presentati. I suoi 60 dB di dinamica ed i preamplificatori silenziosissimi hanno fatto la differenza. Se l’idea del formato modulare è quella che credo potrebbe risultare vincente in un mercato come questo, sono convinto che l’arma segreta di questo mixer sia il suo suono. L’impressione è quella di avere il suono di un mixer analogico da studio professionale ma dal vivo e con una dimensione portatile e componibile secondo le esigenze di chi suona, da un paio di canali fino al numero di ingressi che si vuole.
Sulla sua affidabilità niente da dire, visto che ha retto senza alcun calo nelle prestazioni dalle tre del pomeriggio fino quasi alle undici di sera.

La gamma di pickup e trasduttori Schertler

La gamma di pickup e trasduttori Schertler

Anche se non si tratta di novità, faccio una menzione di merito anche per i pickup Schertler DYN-AG6 e M-AG6 che sulle acustiche sentite hanno dato ottima prova. Partendo dal DYN-AG6 che posizionato al volo su una classica permette di ottenere un suono insospettabile su uno strumento così critico e delicato, per finire con il Magnetico AG6 sulla chitarra Effedot di Gavino Loche che gli permette di spingere sulle medie e addirittura aggiungere distorsioni all’acustica senza paura e mantenendo una dinamica amplissima comunque.

Info: www.schertler.com

Info: www.effedot.it

Info: audenguitars.com

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti