Gli 8 pedali da avere assolutamente nella propria pedaliera – 2

Ci eravamo lasciati la scorsa settimana con i primi quattro pedali che non possono mancare nella vostra pedaliera, attuale o dei sogni se ne state progettando una. Nello scorso articolo abbiamo parlato di compressori, overdrive, distorsori e delay. Se ve lo siete persi ecco il link per andare al Primo Articolo.

fluo pedalboard

Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati, sicuramente in una catena effetti che si rispetti non può mancare…

5. Un Riverbero di sostanza

Un suono asciutto, asciutto è poco realistico, il nostro orecchio non è abituato a sentire qualcosa che non è immerso nell’ambiente. Per questo motivo senza riverbero spesso i suoni sembrano poco propensi ad integrarsi nel mix. Se il compito di un riverbero è sostanzialmente questo, nel tempo si sono sviluppati molti modi di riverberare il suono per simulare spazi reali o effetti creativi. E’ quindi sempre possibile sperimentare ma il primo compito è quello di dare la giusta dimensioni e posizione al vostro suono nel mix.
Potremmo immaginare due strade: se avete già un buon riverbero nel vostro ampli, allora potete puntare su di un riverbero più creativo per la pedaliera per aggiungere texture creative, se invece vi manca puntate su qualcosa che faccia anche e soprattutto il lavoro di base in primis, eviterete riverberi improbabili che fanno tutto tranne quello e che userete due, tre volte nella vita e poi rivenderete.

Qualche consiglio:

  • Strymon Big Sky – probabilmente il meglio sul mercato, fa tutto, riverberi utili, inutili e bellissimi con una definizione altissima. Con un prezzo di oltre 500€ preparatevi però ad accendere un mutuo.
  • Boss FRV-1 – Con più o meno 130€ potete dare alla vostra chitarra o basso il classico suono da riverbero a molla valvolare degli ampli Fender del 1963. Particolare, non adatto a tutto, ma senza tempo.
  • MXR M300 Reverb – Una via di mezzo tra i due precedenti, con i suoi bei 230€, è nuovo, versatile, ottimi suoni e compatto nel formato. Ha sei tipi di riverbero e va già oltre quel che si usa per il 99% del tempo.

6. La Modulazione con moderazione

Parlando di modulazione sono cosciente di entrare in un mondo praticamente sconfinato dove molti chitarristi e bassisti si sono persi senza più trovare la via d’uscita. Qui potete fare due scelte: cercare i singoli effetti super-cool che usate di più, oppure affidarvi ad un multi-effetto che vi dia una tavolozza molto ampia. Entrambe le strade sono percorribili. Se usate molte modulazioni probabilmente un multi-effetto vi farà spendere di più all’inizio ma risparmiare alla lunga. Se usate solo il chorus per gli arpeggi clean, allora prendetene uno figo e lasciate stare il resto.
Le modulazioni possono essere paradiso o inferno, è facile farsi prendere la mano ed esagerare. Qui l’alta qualità del processing è più che mai un ‘must’, se non volete ritrovarvi con un suono di ‘plastica’.

Qualche consiglio:

  • Pigtronix Quantum – Per 120€ circa è un chorus/vibe dall’ottima definizione e trasparenza sonora. Non incasina gli attacchi e regala una modulazione sempre elegante.
  • Boss CH-1 Super Chorus – Se gli anni ’80 non vi sono mai passati è inutile che andate in giro a cercare altro, con 80€ avete l’unico chorus che vi serve. Non super-trasparente ma ci sta.
  • Strymon Mobius – Lo so, Strymon fa dei pedali eccellenti, ed il Mobius vi darà tutte le modulazioni che desiderate ed anche di più. 500€ sono un bel botto però!
  • Neo Instruments Ventilator – 360€ sono tantissimi per un solo effetto, ma questo Rotary è probabilmente ancora imbattuto. E’ un effetto particolare ma se fate roba vintage, questo è il vostro pedale definitivo.
  • Electro-Harmonix Neo Mistress – Circa 80€ per i suoni flanger psichedelici alla Hendrix e Gilmour che si ispirano totalmente agli anni ’70. Qui si va sul sicuro e si spende poco.

7. Un Wah senza se e senza ma

Prima o poi vi imbatterete in questo pedale, non ci sono storie. Anche se cercherete di evitarlo, ci cadrete per fare un pezzo di Hendrix, una tamarrata alla Steve Vai, un funk che senza non viene o semplicemente per buttarla in caciara totale durante gli assoli in pentatonica. Usarlo non è immediato come per altri pedali, richiede interazione e sincronia, ma l’effetto è garantito.
Per scegliere il Wah giusto io darei due dritte: ho bisogno un Wah immediato, senza switch, oppure voglio un suono morbido e classico da anni ’60/’70?

Qualche consiglio:

  • Morley Wah Bad Horise 2 – Steve Vai ci ha fatto stragi con questo pedale. Si attiva in maniera ottica, quindi niente switch, è velocissimo e tende ad avere un suono aggressivo. 150€ spesi bene.
  • Dunlop Cry Baby Wah – Il classico dei classici. Da Jimi Hendrix a Slash, fino al chitarrista della domenica, tutti durante un assolo godono da matti con questo suono. Anche qui con 150€ ve lo portate a casa.
  • Vox Wah V847 – Principale concorrente del precedente, anche qui un classico senza tempo. 100€ circa per avere un suono un po’ più aggressivo e nasale del Cry Baby. Come scegliere tra Beatles e Rolling Stones…
  • Digitech Whammy Pedal – Lo so, non è un Wah, è un pitch shifter ma per alcuni aspetti nell’uso è assimilabile ai Wah. Costa circa 170€ quello classico e riuscirete finalmente a sbizzarrirvi con capriole e suoni alieni alla Tom Morello.

8. Un Accordatore che si rispetti

Non può mancare in una pedaliera. Per quanto possiate avere un accordatore a rack dietro le spalle, super-preciso e iper-visibile, niente può superare la comodità di guardare giù e dare un’accordata veloce tra un pezzo e l’altro. E non venitemi a dire che sul palco usate accordatori a clip sulla paletta perchè non li sopporto, e poi non sono mai precisi quanto un pedale.
Qui da qualche anno sono arrivati gli accordatori polifonici a farla da padrone, inutile tornare indietro.

Qualche consiglio:

  • TC Electronic Polytune – In tutte le sue versioni è ormai sinonimo di accordatore. Circa 80€ e avrete un accordatore polifonico super-veloce. E’ semplicemente il migliore ancora.
  • Korg Pitchblack Poly – E’ il concorrente del Polytune. Non male per precisione e velocità. Costa qualcosa meno del TC, circa 55-60€.

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti