Morley: M2 Maverick, il Bad Horsie si rinnova

Il Bad Horsie Morley è uno dei pedali per chitarra più famosi degli ultimi trent’anni, legato com’è soprattutto all’utilizzo sfrenato e creativo che ne ha fatto Steve Vai in molti suoi album. Fu adottato da moltissimi chitarristi per il fatto di essere il primo wah ad attivazione ottica che non aveva bisogno di switch per essere inserito, garantendo quindi un’azione immediata.
Ora, forse per una politica commerciale che li vede più lontani dall’asso delle sei corde, questo pedale cambia nome in M2 Maverick.

morley-m2-maverick-wah

Morley dopo gli anni ’90 francamente non è stata un’azienda molto reattiva ed in grado di rinnovare e far evolvere il proprio catalogo ed il design dei propri classici. Ora questo redesign è più un’operazione commerciale, a mio avviso, pur rimanendo convinto che questo wah sia uno dei migliori in circolazione, per chi cerca un wah ultra-rapido e con un suono più tagliente rispetto ai classici Vox o Cry Baby.

Come il predecessore, M2 Maverick è un dispositivo switchless, con inserimento automatico dell’effetto alla pressione del pedale grazie ad una cellula fotoelettrica. Di nuovo all’interno c’è un nuovo circuito wah consente di ottenere un effetto più preciso e con un range di frequenze superiore. E forse quest’ultimo è un’aggiornamento che va più verso le sonorità contemporanee rispetto a quelle in voga quando il pedale uscì.

morley-m2-maverick-wah

La costruzione robusta in stile Morley è ottima ma a mio avviso dimostra qualche anno di troppo. E’ totalmente made in USA ed il suo suono è sempre ben distinguibile. Per i chitarristi che usano molto il wah averne uno o provarlo almeno una volta rimane comunque un must.

Info: www.morleypedals.com

Info: www.soundwave.it

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti