Home Recording con Studio One 3 (versione gratuita!) – Lezione 4

Quarta lezione del nostro corso di Home Recording su ZioMusic.it. Oggi impariamo a lavorare con il MIDI, ovvero a gestire, suonare e registrare gli strumenti virtuali e tutti quegli strumenti, anche esterni, che utilizzano questo utilizzatissimo protocollo.

Se vi siete persi qualche lezione precedente ecco i link per recuperarle ed eventualmente partire da zero se ancora non ci conoscete e non avete ancora scaricato il programma di registrazione gratuito e la sessione professionale che abbiamo creato per il corso.

Ricordo nuovamente che la versione gratuita di Studio One Prime non gestisce strumenti VST di terze parti (questa funzione è disponibile solo nelle versioni a pagamento). Tuttavia Presonus mette a disposizione, per tutti gli utenti Prime, oltre 2 gb di vst gratuiti richiamabili attraverso il player Presence. Questo sarà dunque l’argomento di oggi.

Come prima cosa assicuratevi di aver settato correttamente la vostra master keyboard (la vostra tastiera MIDI esterna) nelle pagine di setup e delle impostazioni.

Home Rec Quarta Lezione -

In caso contrario, potrete aggiungere una periferica MIDI scegliendola da un nutrito elenco che PreSonus mette già a disposizione o semplicemente creando la vostra periferica sul lato destro della finestra. Quindi cliccate su OK.

Home Rec Quarta Lezione -

Aprite ora la song ed inserite una traccia MIDI nel progetto. Come per l’audio cliccate sul pulsante “+” situato sopra l’elenco tracce e, nella tipologia di traccia da aggiungere, scegliete questa volta Strumento. Stabilitene la quantità desiderata e cliccate su OK.

Home Rec Quarta Lezione -

All’interno della vostra song comparirà una nuova traccia, graficamente differente dalle altre e contraddistinta, in alto a destra, dal simbolo di una piccola tastiera.

Home Rec Quarta Lezione -
Questo simbolo identifica e differenzia in Studio One 3 Prime le tracce MIDI dalle altre.
Cliccando sull’Inspector (la I che richiama le impostazioni specifiche di ogni strumento) noterete come le funzioni e le informazioni siano totalmente diverse rispetto a quelle audio e legate ovviamente alle caratteristiche base di una traccia che dovrà contenere delle informazioni MIDI: velocity, trasposizione, ecc..

Home Rec Quarta Lezione -
Spostatevi ora sulla colonna di destra, all’interno del pulsante Sfoglia (il cervello delle nostre funzioni) e selezionate il capitolo Strumenti. Troverete il player Presence (foto sopra) e, se l’installazione di Studio One 3 Prime è stata effettuata in modo corretto e soprattutto completo, sotto Presence vedrete, suddivisi per categoria, tutti gli strumenti VST gratuiti disponibili. Aprite ora una cartella di una categoria di strumenti (ad esempio Synths) e sceglietene uno. Trascinatelo quindi, con la classica funzione ‘drag and drop’, sulla traccia MIDI appena creata.

Home Rec Quarta Lezione -

Automaticamente, sopra la finestra della vostra song, comparirà il player Presence XT con indicato al centro il nome del VST scelto e la possibilità, attraverso le funzioni di LFO, Filter ecc.. di modificarne il suono e le sue caratteristiche.

Home Rec Quarta Lezione -

Provate ora, prima di entrare in registrazione a suonare la vostra master keyboard affinchè tutto funzioni e il suono da voi scelto sia quello desiderato. Se le vostre impostazioni sono state effettuate in modo corretto oltre a sentire ciò che state suonando vedrete muoversi i tasti della tastiera virtuale in basso.

Home Rec Quarta Lezione -

Ultimata la scelta non vi resta che armare la traccia MIDI per abilitarla alla registrazione (proprio come avete precedentemente fatto per una traccia audio) e selezionare il Rec della song. Suonata la vostra parte potrete notare come la visualizzazione delle note MIDI all’interno della traccia da voi creata siano decisamente diverse rispetto all’onda audio che siete abituati a vedere.

Home Rec Quarta Lezione -

Se la parte registrata vi soddisfa non vi resta allora che procedere con l’editing del MIDI ( se ovviamente il vostro brano e il vostro modo di suonare lo richiedesse). Una traccia MIDI infatti, contrariamente ad una traccia audio, è totalmente editabile, direi al 100%. Tutto ciò che è stato suonato può essere cambiato, modificato, sistemato a seconda delle vostre esigenze.
Per l’editing fate doppio clic sinistro del mouse all’interno della traccia MIDI stessa e noterete come un piano roll, con la rappresentazione grafica delle vostre note e delle durate, comparirà in basso allo schermo.

Home Rec Quarta Lezione -

In questa finestra potrete ora sistemare i piccoli (o grandi) errori commessi. Non solo attraverso l’editing tipico di una traccia audio (taglia, copia, incolla ecc…) ma anche grazie a funzioni specifiche MIDI che troverete sotto la voce Azione.

Home Rec Quarta Lezione -

Tra le più importanti, nate in ambiente MIDI, la funzione Quantizza occupa certamente uno dei primi posti: note non suonate perfettamente a click possono essere sistemate e riposizionate attraverso tale funzione. Per quantizzare cliccate sull’icona contraddistinta dalla lettera Q e scegliete, a seconda delle caratteristiche del vostro brano e della vostra melodia, come modificarne il tempo e la durata delle note.

Ascoltate sempre il risultato di una quantizzazione e allenatevi ad applicare questa importante ma non sempre totalmente intuitiva funzione.

Home Rec Quarta Lezione -

Terminata la fase di editing potrete ora dedicarvi all’applicazione degli effetti. Questi ultimi infatti sono utilizzabili e modificabili anche su una traccia MIDI (non solo sulle tracce audio). Per fare questo, sempre sotto la voce Sfoglia, nel capitolo Effetti, troverete l’elenco disponibile e, attraverso la funzione ‘drag and drop’, scegliete e trascinate, portandolo sulla traccia.

Home Rec Quarta Lezione -

Il MIDI è un mondo immenso, affascinante, illimitato e indispensabile. Queste le prime funzioni, i primi consigli. Sperimentate, suonate e cancellate. Entrate nel mondo MIDI, la porta è ora aperta.

Beppe Bornaghi – Studio One 3 Specialist

Info: www.midimusic.it

  1. […] Nella Quarta Lezione abbiamo imparato a gestire, editare e creare tracce MIDI. […]

  2. […] Nella Quarta Lezione abbiamo imparato a gestire, editare e creare tracce MIDI. […]

Comments are closed.

Vai alla barra degli strumenti