Home Recording con Studio One 3 (versione gratuita!) – Lezione 3

Terza lezione del nostro corso di Home Recording.

Scaricata la cartella progetto e lanciato il file “When Heart Says” (con estensione .song) vi troverete all’interno del programma con la song già pronta che abbiamo realizzato per voi.

Scarica il Progetto “When Heart Says (by Luca “Luker” Rossi) da usare in questa e nelle prossime lezioni.

 

Prima di addentrarci nuovamente nelle caratteristiche e nelle funzioni di Studio One 3 Prime, apriamo questo nuovo tutorial con alcune informazioni utili.

Impostazione della Lingua
Abbiamo ricordato più volte che Studio One 3 è stato localizzato in italiano. E’ possibile vedere ed impostare la localizzazione nel sotto-menù relativo alla lingua.

foto 01
Piccole precisazioni
E’ fondamentale ora sapere alcune caratteristiche specifiche di Studio One 3 Prime per conoscerne a fondo i pregi e le inevitabili limitazioni, al fine di lavorare in totale consapevolezza grazie alle ottime potenzialità di questo software.

Ecco cosa avete tra le mani. Studio one 3.0 Prime vi permetterà di aprire:
• illimitate tracce audio;
• illimitate tracce midi;
• illimitati progetti o song;
• potrete registrare simultaneamente due tracce audio alla volta per illimitate volte.

Non potrà però gestire strumenti VST di terze parti, in quanto questa è la versione della piattaforma gratuita. La gestione delle librerie di terze parti viene fornita esclusivamente nelle versioni a pagamento. Tuttavia, per ovviare a questa comprensibile mancanza, Presonus regala quasi 2 Gb di suoni VST (scaricabili gratuitamente dalla pagina del software) e utilizzabili attraverso lo strumento VST player Presence.
Per trovare l’elenco degli strumenti VST di Presence installati nella vostra DAW, selezionate la voce Strumenti, a destra della vostra finestra progetto. Troverete tutti gli strumenti virtuali organizzati e suddivisi per categoria.

foto 02
Presonus fornisce inoltre, anche nella versione gratuita, riverberi, compressori, effetti, processori di dinamica, ecc. Tutti caricabili nelle singole tracce del vostro progetto semplicemente attraverso una operazione di drag and drop (seleziona e trascina).

foto 03

Come caricare gli effetti e i processori di dinamica

Sempre nella colonna a destra della vostra song, vicino alla voce “Strumenti” (richiamabile come sapete attraverso il pulsante Sfoglia situato in basso a destra del progetto) troverete anche la voce Effetti. Cliccando sul piccolo rettangolo bianco vicino alla parola Digita potrete visualizzare le miniature di ogni singolo effetto ed apprezzarne la loro veste grafica. Scelto il plug-in desiderato basterà trascinarlo con un clic sinistro del mouse (drag and drop) sulla traccia da voi creata e rilasciare il pulsante.

foto 04

Anche la famiglia degli effetti risulta organizzata, per una più facile consultazione, in tipologie e categorie.

foto 05_

Zoom

Studio one 3 Prime prevede due tipologie di Zoom. Uno lungo la time line e uno verticale. Muovete il regolatore dello zoom situato tra i due triangoli per avere un maggiore o minore zoom di visualizzazione lungo la time line del progetto. Se invece volete avere una visualizzazione maggiore (o minore) del disegno interno della forma d’onda che caratterizza la vostra traccia audio, lavorate sulle due piccole linee nell’angolo e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, muovetevi in su o in giù.

foto 06

Loop

Prima di passare all’editing di un traccia audio, vi ricordo che Studio One 3.0 Prime possiede numerosi loop suddivisi a seconda della categoria dello strumento e del tempo metronomico (indicato in ogni singolo file da una indicazione in bpm). I loop si trovano sempre nel grande contenitore disponibile attraverso il pulsante Sfoglia (vicino agli Strumenti e agli Effetti). Anche per i loop è possibile un utilizzo immediato grazie alla modalità drag and drop (clicca e trascina nel progetto). Selezionato un loop, prima di caricarlo nella vostra song, potrete inoltre ascoltarlo grazie al pulsante Play (sempre a forma di triangolo) che apparirà in fondo alla colonna.

foto 07

Editing di una traccia

L’editing delle tracce in Studio One 3 Prime risulta decisamente facile e intuitivo.
Alzate gli occhi e cercate la barra di editing (posta in alto sotto il titolo del vostro progetto).

foto 08

Suddividere una traccia: la funzione cut è indicata da un coltello. Selezionate il Coltello, posizionatevi nel punto in cui volete tagliare la traccia (aiutandovi con lo zoom per un taglio più preciso). Fate quindi un clic con il tasto sinistro del mouse e vedrete il taglio da voi effettuato.

foto 09

Potrete verificare inoltre la bontà del taglio facendo doppio clic con l’icona freccia sulla traccia audio in lavorazione: il dettaglio dell’onda dello strumento apparirà in fondo alla finestra della song, al posto del mixer.

Escludere momentaneamente dal playback una traccia
(la funzione mute – nascondi al playback):
Cliccate, sempre nella barra di editing tracce, sull’icona contrassegnata dalla lettera M e cliccate ora sulla traccia che volete escludere dal playback. La traccia da voi esclusa sarà sempre disponibile e visibile nel progetto anche se oscurata. E’ possibile ripristinarne l’ascolto cliccando nuovamente , sempre attraverso la stessa icona, sulla traccia stessa.

foto 10

Ascolto di un frammento di una singola traccia e informazioni di tracce e progetto:
Sempre nella barra di editing cliccate sul pulsante Punto Interrogativo e osservate la stringa informazioni: utilissima sezione che vi fornirà ogni informazione circa il vostro progetto, le vostre azioni e le eventuali scorciatoie da tastiera.

Per un ascolto invece di un singolo frammento audio (in una singola traccia) selezionate l’icona altoparlante e, cliccando il tasto sinistro del mouse, muovetevi “trascinando il mouse” lungo la traccia audio, tenendo premuto il pulsante. Il playback terminerà solo al rilascio del pulsante stesso.

foto 11

Applicate effetti, processori di dinamica, lavorate con lo zoom e i tagli della traccia. Inserite loop e sperimentate più che potete. Stiamo per entrare nel mondo del MIDI e dei VST.

Buona musica con Studio One 3!
Alla prossima.

Beppe Bornaghi – Studio One 3 Specialist

Info: www.midimusic.it

 

Prosegui ora con la Lezione 4!

  1. […] Nella Terza Lezione abbiamo a caricare effetti e processori e fare editing sulle tracce.  […]

  2. […] Nella Terza Lezione abbiamo a caricare effetti e processori e fare editing sulle tracce.  […]

  3. […] Nella Terza Lezione abbiamo a caricare effetti e processori e fare editing sulle tracce.  […]

Comments are closed.

Vai alla barra degli strumenti