Home Recording con Studio One 3 (versione gratuita!) – Lezione 2

Eccoci alla seconda lezione del nostro corso di Home Recording. Nella Prima Lezione abbiamo scaricato il programma gratuito Studio One 3 Prime. Oggi iniziamo a lavorarci un po’.

Scaricata la cartella progetto e lanciato il file “When Heart Says” (con estensione .song) vi troverete all’interno del programma con la song già pronta che abbiamo realizzato per voi.

Scarica il Progetto “When Heart Says (by Luca “Luker” Rossi) da usare in questa e nelle prossime lezioni.

01

La facilità d’uso di Studio One 3 Prime vi stupirà. Seguitemi.

Grazie agli amici di ZioMusic.it sarete di fronte a un progetto di 20 tracce audio: non ci resta dunque che ascoltarle, sperimentando concretamente ogni prossima indicazione di questo tutorial al fine di ottenere un apprendimento diretto, rapido ed efficace. Piccole regole vi guideranno, come il filo di Arianna, perchè possiate sempre muovervi all’interno del software e della song in assoluta sicurezza.

Prima regola: Siate buoni osservatori!

02Guardate in alto a destra, troverete tre pulsanti: Start, Song e Aggiorna. Osservate ora i pulsanti in basso (nell’angolo a destra): Modifica, Mix e Sfoglia. Questi sei pulsanti racchiudono già tutto ciò che vi serve.

Ecco il loro significato:

Start vi permette di tornare alla schermata iniziale di Studio One;
Song vi consente di spostarvi dalla schermata iniziale alla finestra della vostra song;
Aggiorna vi farà visitare il sito internet di Presonus per eventuali aggiornamenti;
Modifica vi aiuterà (una volta selezionata) a lavorare sulla singola traccia audio (o MIDI) per apportare modifiche estremamente dettagliate;
Mix richiamerà il mixer delle tracce della vostra song per poter regolare volumi, aggiungere effetti, processori ecc…;
Sfoglia sarà il vostro navigatore per cercare dei file all’interno del vostro computer, visionare VST (virtual instruments), effetti e loop utilizzabili con Studio One Prime.

Sperimentata la facilità d’uso di questi pulsanti, guardate ora la striscia in basso. La vostra finestra di Studio One sarà delimitata dal player: chiaro, dalla grafica essenziale e facilmente comprensibile. In questo player non solo troverete i classici pulsanti per ascoltare, fermare e registrare il vostro brano ma anche le informazioni relative all’indicazione di tempo, al metronomo, alla possibilità di richiamare il filtro MIDI, al campionamento della song, alla posizione in misure, samples, frame o secondi del vostro cursore ecc…

03
Mandate in Play il brano (cliccando sull’icona a forma di triangolo situata all’interno del player) e ascoltate l’ottimo lavoro dei ragazzi di ZioMusic.it (questa operazione vi permetterà anche di verificare che le impostazioni audio della vostra scheda siano settate in modo corretto).
Fermate ora la song cliccando, sempre nel player, sull’icona a forma di quadrato e continuate ad osservare. Alzate gli occhi. In alto alla vostra area di lavoro troverete la linea di comandi per l’editing: strumento range, strumento divisione, strumento gomma, strumento disegno, strumento mute e strumento ascolta. Poco più a destra, a chiusura di queste icone, le informazioni circa la quantizzazione, la griglia e il cursore.

04

Seconda regola: Clicca e scopri

Iniziamo a sperimentare, ponendoci delle domande, le operazioni più importanti e frequentemente utilizzate da chi usa i daw.

1. Come aggiungere una o più tracce?

Provate ad aggiungere una o più tracce nuove al vostro progetto: per fare questo cliccate sul + posto in alto vicino all’orologio (sotto le icone di editing).

05
All’apertura della finestra “Aggiungi tracce” scegliete il tipo di traccia e, alla voce “conteggio”, la quantità di tracce da aggiungere. Cliccate su Ok.

062. Come visualizzare i dettagli di una traccia?

– Selezionate una traccia facendo un clic sinistro del mouse nella parte sinistra della traccia stessa, ovvero nell’area dove sono riportati il nome e il numero della traccia, i pulsanti M (mute), S (solo) e un punto di colore bianco (record, necessario per predisporre la traccia alla registrazione).
– Cliccate ora sulla I posta vicino alla chiave inglese (la I è situata alla stessa altezza del + dell’aggiunta tracce): ecco comparire l’Inspector, ovvero un’area di lavoro dove vengono racchiuse tutte le informazioni relative alla traccia selezionata, compreso eventuali effetti ad essa applicati, il volume, le mandate ecc…

07

3. Come visualizzare la lista tracce e nascondere uno o più strumenti?

Studio One 3 vi permette di visualizzare velocemente l’elenco di tutte le tracce della vostra song ed eventualmente nasconderne alcune.
Per fare questo cliccate sull’icona formata da 4 linee orizzontali chiamata Lista Traccia (situata nell’angolo in alto a sinistra della vostra finestra progetto). L’elenco degli strumenti verrà visualizzato in una colonna a lato della finestra. Cliccando inoltre, sempre all’interno di questo elenco, sui piccoli pallini di color bianco relativi a ciascuna traccia, potrete nascondere e quindi temporaneamente escludere dal progetto le tracce da voi scelte.

08

4. Come iniziare a registrare ?

Dopo aver configurato correttamente la scheda audio aggiungete una traccia vuota , quindi selezionatela e aprite il suo Inspector (cliccando sulla I). Troverete tra le varie opzioni di questa area una voce (sotto delay) denominata semplicemente IN: selezionate dal relativo menu a scomparsa l’ingresso corretto della vostra scheda audio (dove avete inserito il vostro strumento o il vostro microfono).

09

Ora abilitate la traccia alla registrazione cliccando sul pallino bianco vicino alla lettera S (il pulsante si colorerà di rosso). Siete pronti. Fate un clic sinistro nella barra del playback sul pulsante Rec (anch’esso simboleggiato da un pallino, decisamente più grande, di colore bianco). A registrazione ultimata fermate la song cliccando, sempre sulla barra del playback, sull’icona a forma di quadrato.

5. Come regolare i volumi degli strumenti?

Cliccate sul pulsante Mix (in basso a destra): sarete così di fronte al mixer di Studio One 3. Ogni traccia riporterà i pulsanti visti prima (S, M, Rec), il fader volume e una piccola linea azzurra, sopra ciascun fader, indicante il pan. Spostate questa linea lateralmente per stabilire la provenienza del suono (sinistra, destra o al centro).

10

Terza regola: L’ordine prima di tutto

Essere ordinati nella realizzazione di un progetto vi permetterà di lavorare in velocità e sicurezza. Ecco due piccoli consigli:

• Colorate sempre le tracce. Vicino a ciascun numero di traccia potrete sceglierne il colore. Stabilire i colori a seconda dello strumento o dei microfoni utilizzati è sicuramente un’ottima strategia per avere sempre tutto sotto controllo.

• Create una cartella per ogni progetto. Seguite il metodo suggerito dai ragazzi di ZioMusic.it: prima di iniziare un nuovo progetto create una cartella (sul vostro computer) e all’interno di questa salvate tutto il lavoro. In questo modo non rischierete mai di perdere, durante le varie fasi di creazione della song, delle parti fondamentali di registrazione.

Allenatevi a registrare più tracce, a riascoltare quanto registrato e a sperimentare tutte le funzioni viste fino ad ora. Nel prossimo articolo scenderemo ancora più in profondità.

Alla prossima!
Beppe Bornaghi – Studio One 3 Specialist

Info: www.midimusic.it


Prosegui ora con la Lezione 3!

 

  1. […] Nella Seconda Lezione abbiamo imparato a navigare, creare tracce, visualizzare e registrare. […]

  2. […] Nella Seconda Lezione abbiamo imparato a navigare, creare tracce, visualizzare e registrare. […]

  3. […] Nella Seconda Lezione abbiamo imparato a navigare, creare tracce, visualizzare e registrare. […]

  4. […] Nella Seconda Lezione abbiamo imparato a navigare, creare tracce, visualizzare e registrare. […]

  5. […] Nella Seconda Lezione abbiamo imparato a navigare, creare tracce, visualizzare e registrare. […]

Comments are closed.

Vai alla barra degli strumenti