Fusion Guitar, la prima smartguitar

Una delle campagne di maggior successo del momento per quantità di fondi raccolti e velocità sul sito di crowdfunding Indiegogo è quella per la produzione commerciale della prima “smart guitar”, la Fusion Guitar.

Fusion Guitar

I designer, ovviamente, la indicano come una vera e propria rivoluzione nel mondo della chitarra, ma a parte i facili entusiasmi possiamo dire che l’idea ci sembra comunque un ottimo punto di partenza per quello che potrebbero diventare le chitarre 3.0, imbevute di tecnologia per la costruzione del suono e per imparare a suonare.

Questa Fusion Guitar si può suonare ovunque, grazie ad una batteria che consente di suonare per circa 15 ore, e ad un amplificatore incorporato con tanto di speaker da 20W.
La vera novità però è l’integrazione nativa dell’iPhone, con un dock nella parte superiore. Lo smartphone della Mela diventa quindi il cervello tecnologico della Fusion Guitar e consente di accedere direttamente ad emulazioni di amplificatori ed effetti, app per la registrazione, tutorial didattici, ma anche accedere al web.

Senza l’iPhone connesso la Fusione Guitar ritorna una chitarra assolutamente normale, anche se dalla forma un po’ particolare.

In soli due giorni questa campagna ha raggiunto il suo obbiettivo di 35 mila dollari ed ora, a soli 7 giorni dal lancio ha quasi doppiato l’obbiettivo iniziale.
E’ quindi già certo che vedremo la Fusion Guitar sul mercato, e chissà che una non ci capiti tra le mani. Ne saremmo assolutamente felici.

Campagna Indiegogo: Fusion Guitar

Vai alla barra degli strumenti