Bose: impianto PA flessibile F1

Alla fiera di Francoforte in primavera, che ora sotto il sole di agosto ci sembra già così lontana, il sistema di altoparlanti F1 Flexible Array di Bose è senza dubbio stato uno dei prodotti più interessanti presentati in anteprima.
Ora che è arrivato in tutti i negozi e che abbiamo potuto dargli un’occhiata più da vicino ci sembra interessante fare un breve approfondimento su questo nuovo concetto di impianto PA che Bose propone come soluzione per la sonorizzazione di location che vanno da dimensioni piccole a medie.

Bose F1

Bose da tempo insegue una strategia particolare, progettare sistemi audio che siano in grado di rendere al meglio in base alla location nei quali vengono impiegati. E’ importante dirlo poichè evidenzia come il marchio americano abbia effettivamente capito il tempo in cui viviamo ed abbia adattato le sue linee alle esigenze contemporanee.
In poche parole, gli impianti devono essere più versatili, pesare meno e costare meno. Questo perchè spesso i service si trovano ad aver a che fare con gli spazi più strani e diversi, perchè spesso i locali chiedono ai musicisti di portare il proprio impianto per abbattere i costi, perchè gli stessi gestori dei locali preferiscono avere impianti che possono utilizzare in più occasioni e situazioni.

Bose - F1 flexible array 1

La novità rappresentata da Bose F1 nasce dall’esperienza maturata con la famosa linea L1. F1 è però un sistema più performante e potente rispetto al predecessore (ed anche più grande). Grazie alla possibilità di curvare meccanicamente l’array composto dai vari moduli, il sistema è in grado di configurarsi in 4 schemi di copertura: “Straight”, “J”, “Reverse J” o “C”.
Tagliando corto possiamo dire che l’F1 è l’anello di congiunzione tra un line array e un impianto PA portatile.

Bose - F1 flexible array - rear

Una volta impostato in maniera semplice e con un semplice movimento meccanico, il processore digitale incorporato rileva la curvatura dei diffusori e cambia automaticamente le impostazioni di equalizzazione per mantenere ottimale il bilanciamento generale del sistema.
Il diffusore per le alte e le medie frequenze, che è in realtà praticamente un full-range, integra al suo interno otto driver ed un cono da 12’’ per le basse montato dietro agli altri otto più piccoli.
Il subwoofer, che aumenta l’impatto sonoro nella gamma bassa, invece è formato da un sistema a doppio cono da 10’’. Nel corpo del subwoofer è integrata una base di montaggio per il diffusore full-range, per una configurazione veloce e semplice. Tale base contiene anche le connessioni e le canaline nelle quali nascondere i cavi per conferire un aspetto pulito e ordinato al sistema.

Caratteristiche:

Diffusore F1 Model 812

• Altezza: 66,47 cm
• Larghezza: 33,43 cm
• Profondità: 37,25 cm
• Peso: 20,18 kg

Sistema F1

• Altezza: 186,80 cm
• Larghezza: 41,02 cm
• Profondità: 44,85 cm
• Peso: 45,70 kg
• Risposta in frequenza (-3 dB):  52 Hz – 15,5 kHz
• Gamma di frequenze (-10 dB): 43 Hz – 20 kHz
• Dispersione nominale: C: 100° orizz. x 40° vert.
• SPL massimo @ 1 m: 132 dB SPL (picco)
• Potenza nominale: 1.000 W

Info: www.bose.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti