L’ultimo giorno di Luigi Tenco

L'ulitmo giorno di Luigi TencoIl viaggio verso Sanremo, le prove, l’attesa, l’esibizione al Festival, la delusione. E poi quella mezz’ora fatale, quando Tenco morì. Cosa accadde veramente? Chi era con lui? In questo libro si cerca di fare luce sulle contraddizioni e i drammi, dei protagonisti di uno dei maggiori misteri legati alla musica italiana. Forse alcuni di voi non sanno chi sono Dalida, Lucien Morisse, il commissario Molinari e tutte le persone e le ombre che hanno ruotato in quelle ore pericolosamente dense di eventi attorno a quello che era già riconosciuto tra i più grandi artisti ed autori del nostro panorama musicale.

Tutti legati a Tenco da un paradossale e tragico destino, insomma. Nelle prime ore del 27 gennaio 1967 Luigi Tenco viene trovato senza vita nella stanza 219 dell’Hotel Savoy di Sanremo. Si parla di suicidio ma subito c’è chi non crede a questa ipotesi. Già solo questi elementi ne fanno un giallo che potrebbe essere degno di un grande romanzo, non è un romanzo, purtroppo è la realtà, una realtà che però per qualcuno non doveva essere raccontata, bensì nascosta. Perchè?

“L’ultimo giorno di Luigi Tenco”, scritto da Ferdinando Molteni ed edito da Giunti, racconta con molte novità quella misteriosa storia, ricostruisce quel tragico giorno e più precisamente la settimana che va da domenica 22 gennaio, giorno dell’arrivo di Luigi a casa, a Recco, fino a sabato 28, giorno del suo funerale e della finalissima di Sanremo; con materiali d’archivio e inediti, con nuove interviste a chi allora c’era, comprese alcune mai realizzate prima, dimostrando che nessuno esplose colpi di pistola in quella stanza. Tenco possedeva non una, ma due armi da fuoco, eppure morì a causa di una pistola mai ritrovata.
Il libro ricostruisce nel dettaglio quel Festival, anche attraverso il racconto di alcuni dei protagonisti. Non solo. Grazie a un memoriale dell’allora ispettore di polizia Arrigo Molinari, responsabile delle maldestre indagini, si può finalmente creare una connessione tra la morte dell’artista e l’ambiente della malavita marsigliese.

E’ un libro che può appassionare certamente durante l’estate, un libro che oltre a gettare nuove luci e dissipare ombre su di un personaggio complesso come Tenco, ne traccia un ritratto umano e non privo di difetti. Un personaggio da romanzo preso dalla vita reale. Una vita che però ha lasciato in modo tragico e, fino ad ora, senza che nessuno abbia potuto mettere un vero punto a questa storia lunga cinquant’anni.

“L’ultimo giorno di Luigi Tenco”

  • AutoreFerdinando Molteni
  • Formato: Compertina flessibile o formato Kindle
  • Pagine: 122
  • Editore: Giunti (10 giugno 2015)
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00ZCYYGYK
  • Prezzo: 11.90 copertina flessibile, 8.99 formato Kindle.

Info: www.giunti.it

Vai alla barra degli strumenti