Focusrite: nuove interfacce audio Clarett al Messe 2015

Nel campo delle interfacce, tra i migliori prodotti visti qui alla fiera di Francoforte, non può mancare Focusrite, che negli scorsi anni ha infilato una fortunata serie di prodotti per la registrazione unendo un bel design ad un pacchetto di funzioni particolarmente riuscite ad un costo molto competitivo.


Quest’anno come novità assoluta arriva la serie di interfacce Focusrite Clarett, l’ingresso della casa inglese nel mondo Thunderbolt. Il protocollo di trasporto dati iper-veloce brevettato da Apple garantisce, anche per il mondo dell’audio delle prestazioni di livello superiore anche per classi di prodotti, come quelli da home studio, che solitamente subivano un rallentamento importante del flusso dati con l’aumento delle tracce e del processing.


La gamma Clarett combina la qualità sonora ed i preamplificatori per cui Focusrite è famosa con un trasporto dati che garantisce quindi latenze estremamente basse, al limite del percepibile. Diventa così possibile, in una fascia di prezzo accessibile a tutti (in questo parliamo però solo di utenti Mac che possono sfruttare Thunderbolt) monitorare e registrare le tracce con la propria DAW in tempo reale, senza delay percepibile, anche utilizzando il processing digitale e applicando effetti e plug-in.


La linea comprende quattro modelli: 2Pre, il modello piccolo con due canali d’ingresso ed un formato portatile; 4Pre, sempre molto portatile ma per chi necessita di un massimo di quattro canali; 8Pre, che può essere utilizzata in project-studio o live per registrare anche un’intera band; infine, 8Pre X, il modello di punta con 8 canali, funzioni professionali ed espandibilità adatta a studio professionali o installazioni fisse.


Tutte le interfacce Clarett hanno preamplificatori con tecnologia Air, che riesce a imprimere la classica firma sonora dei famosi pre Focusrite ISA. La latenza è uno dei punti di forza di questa serie, 1 ms o anche meno. La qualità della conversione A/D è lo standard professionale attuale, ovvero 24bit di risoluzione e 192kHz di compionamento, con una gamma dinamica di 118dB da analogico a digitale e 119dB da digitale ad analogico. Infine le Clarett sono espandibili via ADAT per creare sistemi più grandi , e include anche un nuovo software mixer molto focalizzato sull’avere sempre un colpo d’occhio esaustivo su monitoring e routing.

Info: www.focusrite.com

Info: www.ekomusicgroup.com

 

Vai alla barra degli strumenti