Sarzana Acoustic Guitar Meeting 2014

Sicuramente un successo la 17a edizione dell’Acoustic Guitar Meeting alla Fortezza Firmafede di Sarzana, con le tante e riuscite attività in programma e numeri molto significativi nelle presenze ai concerti e all’esposizione di liuteria, import ed accessori.
La “Cittadella delle  Chitarre” ha chiuso le porte dopo 5 giorni di attività, concerti, jam session, conferenze e visite a stand pieni di strumenti di ottima qualità.

Sarzana AGM Concerti

Noi di ZioMusic.it ci siamo tuffati nell’atmosfera musicale ricca e densa di entusiasmo di questa manifestazione per scoprire e far scoprire a voi il meglio dell’esposizione dell’AGM, dove tutto gira intorno al mondo della chitarra acustica ed i suoi fratelli con qualche corda in meno.

Andiamo subito a vedere una rapida rassegna dei marchi che hanno esposto e che ci hanno interessato con i loro prodotti in esposizione.

acus-one-5-w

Acus è un marchio distribuito in Italia da Aramini che nasce dal vecchio progettista/titolare di SR (ora Scherlter). Ha fondato questa nuova azienda indirizzato completamente verso la chitarra acustica ed ha portato all’AGM 5 interessanti ampli differenti dai 100 ai 300W a seconda delle esigenze più una produzione di mixer in ambito stage che già a prima vista sembrano non solo belli ma anche di ottima fattura. Solidità, potenza, precisione nel suono e cura davvero maniacale dei dettagli. Questo è quello che ti trasmettono questi ampli.

Yamaha LJ16

Yamaha LJ16

Yamaha è presente in moltissime rassegne su tutto il territorio, ed una importante come l’AGM non poteva certo mancare nel calendario della casa giapponese dei tre diapason.
Le acustiche Yamaha sono sempre state di buona fattura, ma da qualche anno abbiamo notato un decisivo salto di qualità. Le acustiche Yamaha sono tra le soluzioni con rapporto qualità prezzo migliori che si possono trovare sul mercato oggi.
Yamaha L6 ARE
A Sarzana abbiamo visto le serie L6, LJ e LS. Tutte chitarre realizzate a mano, con top in abete, fondo e fasce in palissandro e manico in 5 pezzi di mogano e palissandro. I pickup provengono dalla serie SRT, sono passivi ed hanno una risposta in frequenza piena ed omogenea.

Una curiosità. Su queste nuove chitarre presentate quest’anno, è stato rivisto e ridisegnato il manico, ora decisamente più maneggevole, molto confortevole alla nostra prova. La action molto bassa aiuta qui la versatilità dello strumento, che si presta bene a tutti gli stili, anche i più moderni che richiedono tecniche come il tapping, lo slap o accordi percussivi.

Ibanez panoramica acusticeh sarzana 2014

Ibanez, pur essendo un gigante nel campo delle chitarre elettriche, si distingue da tempo anche nelle sei corde con cassa armonica, sia elettriche che acustiche. Per le semi-acustiche Ibanez ci ha colpito presentandosi qui in Liguria con la nuova Pat Metheny PM2 che sostituisce la PM35. Si tratta di una chitarra realizzata in Cina con tastiera in ebano, pickup Super 58, uno solo al ponte, di conseguenza 2 soli potenziometri per volume e toni. Questa dovrebbe essere la dimostrazione che, nel bene e nel male, le etichette a possono dire tutto o niente. Qui “Made in China” non vuol dire assolutamente che lo strumento è di fattura scarsa, anzi, la nostra prova ci lascia un’ottima impressione, con una chitarra dal prezzo interessante che può competere con molte semi-acustiche di fascia anche più alta.

ibanez GM500

Altra chitarra Ibanez interessante vista qui a Sarzana è la classica GM500. Quest’anno è gia uscita anche la GM600 con la sola differenza che l’attaccatura del body sarà al 14° tasto a differenza della 500 che ha l’attaccatura al 12°.Il Manico è davvero maneggevole ‘quasi’ quanto un’elettrica, grazie alla action bassa ed ai tasti medium jumbo. E’ amplificata con pickup Fishman e si presta bene, secondo noi, per tutte quelle numerose situazioni in cui nel rock, nel pop e nella musica moderna, serve un suono di chitarra classica. L’amplificazione integrata risolve inoltre un sacco di problemi in ambito live.

Zoom_A3_5155697b8518c

Zoom, che mettiamo accanto ad Ibanez per comunanza di distribuzione italiana (Mogar Music), ha portato l’A3, multi-effetto interamente dedicato al mondo della chitarra acustica. La grossa differenza dagli altri multi-effetto è che funge anche da pre-amplificatore, mettendo in campo tutto quello che la nuova tecnologia sviluppata attorno al chip ZFX IV può dare. Le dimensioni sono super compatte, ideale per riporre l’unità all’interno della custodia. Solido e molto simile nel formato al noto G5, ha un grosso display per una facilità d’utilizzo intuitiva, anche per chi non ama leggere nemmeno una riga di manuale.

SR Technologies ha portato a Sarzana i suoi diffusori Home, Scene e Studio.
I diffusori della Serie Home sono pensati per la diffusione della propria musica preferita, programmi TV, i DVD e i giochi, con una riproduzione sonora di alto livello del parlato e della musica. Avvalendosi di componentistica italiana di qualità, la gamma include tre diversi modelli di diffusori acustici auto-amplificati: HOME ONE, HOME TWO, HOME THREE.
I diffusori della Serie Studio rappresentano una soluzione per lo studio di registrazione, composizione strumentale e sale prove che richiedano un efficace sistema di monitoraggio. I modelli anche qui sono One, Two e Three, come per la serie Home a seconda della potenza e della grandezza dei driver.
Stesso numero di modelli e nome per la serie Scene, che però è indicata per le installazioni.
Tutti i diffusori, realizzati in Italia con alti standard sono fatti in multistrato di betulla, con un bass reflex a due vie.

martin sarzana 1

Chiudiamo la nostra breve panoramica delle migliori cose viste con un marchio che certamente non poteva mancare: Martin.
Uno strumento non nuovissimo ma su cui fanno molto affidamento in casa Martin a Sarzana è la DRS1, chitarra in mogano amplificata con il sistema di preamplificazione Fishman Sonitone. Davvero notevole come chitarra, se rapportata al prezzo di circa 1150 euro, che per una Martin sono pochi, pochi.

martin sarzana 2

 

Info: www.acousticguitarmeeting.net

Vai alla barra degli strumenti