La Gioia del Primo Anno di Pianoforte

La Gioia del Primo Anno di Pianoforte 1bLa Gioia del Primo Anno di Pianoforte” che abbiamo tra le mani in questo momento è l’edizione italiana di un libro dell’autore ungherese, poi divenuto cittadino americano, Denes Agay, compositore, musicista, didatta e scrittore di fama internazionale per la sua lunga carriera.

“The Joy of First Year Piano”, ora tradotto da P.Subrizi per le edizioni Volontè&Co, è un libro di composizioni famose trascritte per essere suonate da principianti del piano da Agay.
L’autore dice: “Scrivere per i pianisti principianti richiede più immaginazione, inventiva e manualità che comporre per gli esperti – per stimolare l’interesse dello studente, guidandolo a sviluppare un gusto musicale, motivandolo in ulteriori studi e all’amore per la musica“.

E’ una pubblicazione che contiene un’antologia di brani belli e divertenti, una selezione che passa dai classici temi dell’animazione più famosi come Mary Poppins o Il Re Leone, ad altrettanti capolavori cinematografici, del musical e delle colonne sonore come Via Col Vento, Cats, Schindler’s List o Evita, fino a trascrivere alcuni masterpiece della musica moderna tra cui brani di Simon & Garfunkel, Elton John, Eric Clapton, Cat Stevens e gli Abba.

Denes Agay è molto noto per le sue collezioni didattiche per pianoforte ed i suoi libri di musica. Iniziò a suonare all’età di 3 anni, nel suo piccolo villaggio natale vicino Budapest, Ungheria. Proprio a Budapest prese il suo dottorato in pianoforte e composizione nel 1934. Dopo aver anche diretto la Budapest Philarmonic per una sinfonia di sua composizione, Agay si lasciò la patria alle spalle durante il periodo buio del nazismo per diventare cittadino americano a New York e poco dopo divenire sergente nell’esercito americano. Dopo la Guerra iniziò ad insegnare, comporre e pubblicare negli Stati Uniti, oltre che comporre per il cinema e condurre e scrivere musica per lo show radiofonico della NBC “Guest Star”.
Agay è deceduto dopo una lunga carriera nel 2007.

Il libro è ben realizzato, non contiene altri contenuti didattici oltre alle partiture, per altro ben realizzate ed in ordine progressivo di difficoltà per introdurre gradualmente agli allievi le difficoltà sulla tastiera. I brani che contengono anche una voce hanno il testo sincronizzato con la partitura o stampato alla fine del brano, una scelta quest’ultima che ci risulta poco chiara.
Pur essendo un libro per principianti si nota chiaramente la mano di un compositore o trascrittore esperto, che mette tutte le cose al loro posto, così troviamo dinamiche, segni di tempo e di portamento. Utili anche le sigle degli accordi, che spesso vengono ingiustamente ignorate nei primi anni di piano sia dagli allievi che dai maestri.

La critica che si può fare a questa raccolta, oltre ad un po’ di disomogeneità tra una partitura e l’altra, è che il livello di difficoltà non è certo quello di un vero ‘primo anno’ di pianoforte, a meno di avere a che fare con giovani musicisti davvero talentuosi. Qui la difficoltà è un po’ più alta e sarà quindi probabilmente il maestro a decidere quando è arrivato il momento di affrontare questo tipo di brani dopo aver messo sotto le dita un po’ di tecnica e probabilmente un annetto di brani un po’ più semplici.

Per il resto è un libro facilmente consigliabile sia a chi ha già qualche esperienza di pianoforte e vuole dei brani belli e di ampio respiro da suonare, che ai maestri di piano, che ci troveranno davvero del buon materiale da proporre agli allievi che magari si dimostrano allergici al consueto repertorio classico.

“La Gioia del Primo Anno di Pianoforte”

  • Autore: Denes Agay (Autore), P. Subrizi (Traduttore)
  • Copertina flessibile: 64 pagine
  • Editore: Volontè & Co (2014)
  • Lingua: Italiano
  • Codice: MB340
  • Prezzo: copertina 16,90€

 

Info: Volontè&Co

Vai alla barra degli strumenti